Mara Venier e Massimo Ranieri a Domenica In

L’estro artistico e il talento di Massimo Ranieri diventano padroni della scena e delle emozioni nel nuovo appuntamento con Domenica In. Ospite di Mara Venier, il cantautore napoletano rilascia un’intervista alla conduttrice e amica, che non si risparmia e rilascia una dichiarazione scottante. “Non mettermi in imbarazzo“, la risposta del suo ospite.

Massimo Ranieri a Domenica In

Nuovo appuntamento con Domenica In e anche quest’oggi il momento musicale non può mancare. Protagonista questa volta è il grande Massimo Ranieri, che delizia il pubblico di Mara Venier esibendosi su alcuni dei suoi brani di maggior successo.

Oltre ad alcuni nuovi pezzi, quelli contenuti nell’ultimo album Qui e adesso, uscito il 27 novembre e che sta riscuotendo un notevole successo e gli apprezzamenti della critica.

Ma Ranieri è tornato recentemente protagonista anche in tv, con lo show Qui e adesso in onda su Rai3. Il suo è un talento trasversale, che gli consente di spaziare dai successi discografici alle fatiche sul piccolo schermo.

La rivelazione di Mara Venier

Massimo Ranieri, già ospite di Domenica In lo scorso maggio, fa il suo ingresso in studio a suon di musica.

A seguire si siede di fronte all’amica Mara per una lunga chiacchierata, all’inizio della quale la conduttrice gli rivolge parole di elogio ed ammirazione: “Sei l’essenza di quello che intendo io essere un’artista. E tu lo sei, un vero artista, che mi emoziona sempre. Ogni volta che ti vedo mi emoziono come una bambina“.

Ma la conduttrice fa di più, non si limita a tessere le lodi di un’icona della musica italiana ma si sbilancia con una rivelazione di petto: “Mi spiace che non ho mai avuto una storia con te, perché l’avrei avuta volentieri con te, ma non mi hai mai filato.

Mi hai sempre vista come una sorellina“.

Fra le risate generali, il cantautore prova a giustificarsi: “Non mettermi in imbarazzo, perché avrei avuto l’occasione di corteggiarti, ma eri fidanzata all’epoca“.

Il rapporto con i genitori e i primi Sanremo

A seguire viene mostrata una clip in cui rivive il ricordo della madre di Massimo Ranieri. “Le mamme sono grandi donne – spiega l’artista –  grazie, perché voi siete la terra, procreate. Nascono fiori sempre e comunque.

Lei era particolare, una donna molto forte, era carabiniera“.

Molto speciale, ma meno vissuto a causa del lavoro, il rapporto con il padre: “Papà non aveva tempo, si alzava alle 5 di mattino e lavorava più del dovuto. Io mio padre lo vedevo solo quando dormiva, aprivo la porta per guardarmelo che dormiva, sennò non lo vedevo mai“.

Sino al primo Festival di Sanremo, che permise a un giovane Massimo Ranieri di affacciarsi sul panorama musicale nazionale: “Il mio primo Sanremo è stato in coppia con I Giganti, fu un flop terribile, ma non è successo niente.

Nel frattempo la mia casa discografica pensa di mandarmi a Sanremo con una bella canzone di Mogol, in coppia con Orietta Berti nel 1969, avevo 18 anni“.

Il ricordo di Anna Magnani

La sua carriera prosegue con la creazione di nuovi brani musicali, come il celebre Rose rosse. La genesi di questa canzone è davvero particolare: “Il mio produttore prende Rose rosse e comincia a portarla in giuro per le case discografiche. Ritorna vincente, vado a Settevoci con Pippo Baudo e la canto, ma vengo battuto da Al Bano con Nel sole“.

Massimo Ranieri ha incontrato numerose donne lungo il suo percorso professionale: una di queste è l’indimenticabile Anna Magnani.

Il cantante ricorda il primo incontro con la celebre attrice romana e, proprio grazie a lei, venne a conoscenza di Reginella, una delle più popolari canzone napoletane. In studio ne offre una breve ma struggente interpretazione, che porta Mara Venier alle lacrime. “È la canzone che cantavo sempre a mia mamma“, la confessione della conduttrice.

Approfondisci

TUTTO SU DOMENICA IN