pazienti in arrivo all'ospedale fiera di milano

Appena ha scoperto di avere il Covid, ha deciso di farla finita. Forse la prospettiva di una malattia da affrontare nell’incertezza e nella solitudine, forse il terrore di contagiare i suoi cari: non si sa cosa abbia portato l’uomo ad agire in questo modo. 

È accaduto a Roma.

La disperazione dopo la diagnosi

La notizia è arrivata mentre l’uomo si trovava a casa: lui è un pensionato 84enne e la notizia è arrivata nella serata di Santo Stefano. A quanto pare appena ha appreso la notizia l’uomo è stato colto da una disperazione improvvisa, si è sparato un colpo in testa.

Fortunatamente l’uomo non era solo in casa: con lui c’era la moglie, che appena ha sentito un forte rumore è corsa dal marito trovandolo per terra in mezzo a una pozza di sangue.

Le condizioni dell’uomo

Non è chiaro, al momento, quale sia l’esito dei soccorsi a cui l’uomo è stato sottoposto subito dopo la chiamata al 118 da parte della moglie: secondo alcune fonti l’uomo sarebbe sopravvissuto, in quanto il proiettile avrebbe colpito solo l’orecchio sinistro.

Maestra d’asilo si uccide: pensava di avere il Covid

Affrontare una diagnosi di covid-19 può non essere semplice per tutti, anche dal punto di vista psicologico: se la paura della malattia è già di per sé difficile da affrontare, lo è ancor di più il pensiero di poter contagiare le persone amate.

 

Mesi fa era stata una maestra d’asilo di 45 anni di Colli Portuensi (Roma) a decidere di suicidarsi, dopo che per mesi aveva convissuto con una forte ansia dovuta alla pandemia e, negli ultimi giorni, aveva l’ansia di aver contratto il virus.

Approfondisci:

Tutto sul coronavirus

Tutto sulla pandemia

Roma, 45enne maestra d’asilo si suicida: temeva di avere il Coronavirus