Primo piano di Federica Sciarelli

Federica Sciarelli in onda con Dottori in corsia – Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, docu-serie trasmessa da oggi, 11 gennaio, su Rai3: la conduttrice di Chi l’ha visto? accompagna il pubblico nel cuore di straordinarie storie che raccontano come l’eccellenza medica, anche in era Covid, continui a portare speranza e supporto ai giovani pazienti e alle loro famiglie.

Federica Sciarelli in onda con Dottori in corsia

Inizia oggi, lunedì 11 gennaio, Dottori in corsia – Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, la docu-serie di Simona Ercolani giunta alla quarta stagione e prodotta da Stand by me in collaborazione con Rai Fiction.

Un programma di approfondimento che va in onda su Rai3, con la partecipazione straordinaria di Federica Sciarelli nei panni di intervistatrice. La conduttrice di Chi l’ha visto? accompagna il pubblico in un viaggio che affonda lo sguardo nelle storie di giovani pazienti, famiglie e medici in prima linea, in un racconto che documenta la strada verso la guarigione che, pur in epoca Covid, continua ad arricchirsi di importanti capitoli proprio all’interno della struttura sanitaria d’eccellenza che cura tanti piccoli pazienti ed è tra i più importanti centri su scala europea.

9 puntate tra medicina e speranza: i protagonisti

L’architettura della messa in onda prevede 9 puntate in seconda serata, a partire dalle 23.15, su Rai3, per una quarta stagione che promette grandi emozioni. 9 appuntamenti per raccontare, spiega la Rai, “come, nel contesto inedito del Covid, l’eccellenza medica non si sia fermata, continuando a salvare e guarire i piccoli pazienti“.

Le storie al centro del viaggio di Federica Sciarelli vedono protagonisti i ragazzi ricoverati, le loro famiglie, i medici e tutto il personale ospedaliero impegnato in prima linea nella cura di malattie talvolta rare e complesse.

Nel corso della stagione, le telecamere entrano nel cuore di reparti come quelli di Cardiologia, Chirurgia neonatale, Epatologia, Reumatologia, Neurologia, Nefrologia, Terapia intensiva e anche nel Centro Covid di Palidoro, per confezionare un tuffo tra l’interno e l’esterno delle corsie, fin dentro le case di chi vive faccia a faccia con la malattia in quest’era di emergenza.

Chi l’ha visto?, parla Federica Sciarelli: “Avevo chiesto di lasciare”

Le storie al centro della quarta stagione

Il lockdown nazionale innescato dalla crisi Coronavirus non ha fermato l’attività dei trapianti al Bambino Gesù, che continua regolarmente nonostante le difficoltà.

Al centro della quarta stagione di Dottori in corsia tante storie, come quella di due bambine sottoposte a trapianto a marzo, nel pieno della prima ondata Covid-19.

Per la prima volta – si legge nella nota di presentazione della docu-serie –, le telecamere sono entrate in un reparto Covid pediatrico per raccogliere le storie di bambini che hanno manifestato i sintomi della cosiddetta ‘Falsa Kawasaki’“.

Il pubblico conoscerà anche il percorso di battaglia e speranza del giovane Mattia, 17 anni, affetto da un’epilessia farmacoresistente per la quale si è reso necessario un intervento al cervello, e quello di giovani pazienti come Davide, a cui il padre ha donato un rene per salvarlo dalla sindrome di Vacterl.

Poi ancora la storia della piccola Laura, salvata da un’ernia diaframmatica tramite fetoscopia quando era ancora nel grembo materno, e quella del piccolo Francesco, che non può prendere il sole a causa di una severa dermatomiosite giovanile. Queste e molte altre le straordinarie pagine di vita raccontate in trasmissione.

Alla messa in onda, l’Ospedale Bambino Gesù affiancherà “un’attività di comunicazione online con l’obiettivo di fornire alle famiglie una corretta informazione“, con articoli e approfondimenti sui temi trattati in ogni puntata disponibili sul portale www.ospedalebambinogesu.it e sui canali social del nosocomio, con hashtag ufficiale: #Dottoriincorsia.

Approfondisci

TUTTO SU FEDERICA SCIARELLI