primo piano shalpy

Giovanni Scialpi, in arte Shalpy, lancia un appello disperato, vista la drammatica situazione in cui molti artisti versano a causa della pandemia di coronavirus. Dopo aver detto no al Grande Fratello Vip per questioni di compenso troppo basso, il cantante aveva annunciato il suo ritiro dalla musica. Shalpy ha deciso però di far uscire il suo ultimo singolo, Let It Snow, investendoci sopra tutti i suoi risparmi. Adesso si trova in una situazione di profonda indigenza e si rivolge al pubblico.

Shalpy: gravi problemi economici

Il cantate si è raccontato a Rolling Stone, a cui ha spiegato la situazione in cui versa.

In questo momento mi trovo in una situazione di estrema indigenza, come il 90% della gente che fa questo mestiere“, si sfoga Shalpy “Faccio parte di una fetta di persone che non sono calcolate né dallo Stato, né dall’immaginario collettivo. Si ha l’idea che l’artista campi d’aria. Non si capisce la concretezza e l’imprenditoria che sta dietro al sistema“.

Il cantante spiega che arrivato a 58 anni sente la necessità di una sistemazione stabile e rimanda al mittente la sua immagine di personaggio sopra le righe. “Conduco una vita lineare. Anzi, sono anche a dieta perché, oltre ad avere la sindrome di immunodeficienza tiroidea sono pure celiaco, per cui non bevo, non mi drogo, sono dritto.

Esterno solo le mie emozioni“, commenta.

I soldi spesi per il suo ultimo progetto

Shalpy ha investito parte dei suoi risparmi per produrre il suo nuovo brano, Let It Snow, che gli sta regalando qualche soddisfazione. “Ho fatto volontariamente questa scelta, rischiando tutto quello che avevo. È come una roulette che ho fatto per l’arte“, spiega, “Ho consegnato qualcosa al futuro, come sempre. Se devo pagare un prezzo, lo pago, ma è un prezzo duro, che non mi dà un salvagente cui aggrapparmi.

E in questo momento rischio di affondare“.

La ricerca di un impiego

Il cantante parla dei suoi tentativi di guadagnare qualcosa: “Sarei anche disposto a fare il cameriere o qualsiasi altra cosa mi venisse proposta. Io sono molte cose, posso affrontare tanti ambiti lavorativi“. Il suo è un tentativo di “portare alla ribalta la mia storia. E mi dispiace leggere i commenti dei leoni da tastiera che mi lasciano messaggi gratuiti. Io sto facendo un appello“.

Approfondisci:

Shalpy sulle critiche della Vanoni: “Per lei è già l’ora di essere in casa di cura”

Scialpi fa chiarezza sulla sua salute: “Ho rischiato di morire”