TV e Spettacolo

Sanremo con o senza pubblico: la Rai ha preso la sua decisione finale

Dopo i dubbi sulla possibilità di avere il pubblico a Sanremo 2021, la Rai ha preso la sua decisione: ora è tutto nelle mani di Amadeus
Amadeus sul palco di Sanremo

Manca un mese all’inizio del 71° Festival di Sanremo e le incognite sono moltissime. Nelle ultime settimane, complice la persistente seconda ondata di Covid-19 in Italia e l’assoluta necessità di evitare possibili nuovi contagi, a tenere banco è stata la questione del pubblico al Teatro Ariston. Nella giornata di lunedì 1 febbraio, la Rai ha preso la sua sofferta decisione: da capire ora quale sarà il destino di Amadeus.

Sanremo senza pubblico: è ufficiale

Pubblico sì, pubblico no.

Figuranti sì, figuranti no. Pubblico e stampa sua una nave ancorata al largo di Sanremo. Sono state molte, finora le ipotesi su come permettere a Sanremo 2021 di avere pubblico in sala, ma alla fine ha prevalso la linea della sicurezza. A riferirlo ufficialmente è stata la Rai, con un comunicato riportato da numerose fonti.

La Rai, al termine di una riunione con il direttore artistico in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari, ritiene che la 71a edizione del Festival di Sanremo prevista dal 2 al 6 marzo debba concentrarsi esclusivamente sull’evento serale al Teatro Ariston” si legge nella nota.

Quindi la frase che mette fine ai giochi: “Per tale motivo domani l’azienda presenterà al Cts il protocollo organizzativo-sanitario che non prevede la presenza del pubblico al Teatro Ariston“.

Polemica per Fedez, la Rai ha deciso sul cantante: leggi di più

La Rai boccia il pubblico: tocca ad Amadeus

Il giorno per la consegna del protocollo di sicurezza, che il Comitato Tecnico Scientifico dovrà approvare, è il 2 febbraio. Un mese esatto prima dell’inizio del festival di Sanremo, che a questo punto piomba in una grossa incognita. La palla, passa ad Amadeus: “La Rai ha dato pertanto indicazioni al direttore artistico per lavorare su idee creative compatibili con questa impostazione“.

Contestualmente, la Rai ha anche annunciato che “Non sono previsti eventi esterni e la presenza a Sanremo di programmi collegati al Festival, che negli ultimi anni hanno animato la rassegna canora“. Vanno scordati quindi tappeti rossi, folle fuori dall’Ariston e party vip.

Amadeus lascerà il Festival?

Ancora nessuna reazione da parte del Direttore Artistico Amadeus, sulle cui spalle ora pesa la conduzione di un evento senza uno dei suoi elementi fondamentali. Un compito così gravoso che, si è vociferato, avrebbe portato Amadeus a lasciare Sanremo.

A niente è valsa la polemica a distanza col Ministro Franceschini, che aveva sottolineato che “l’Ariston è un teatro come tutti gli altri” e che quindi non gli fosse concesso di avere pubblico. Molti però si sono chiesti perchè non si sia potuti adottare lo stesso protocollo che, per esempio, ha permesso a X Factor di tenere l’edizione in epoca Covid col pubblico.

L’offerta del sindaco: Sanremo ad Assago

A margine, dopo il comunicato della Rai si è levata una voce che avanza un’ipotesi per molti versi che avrebbe dell’incredibile: fare il Festival di Sanremo… Non a Sanremo.

A rilanciarla è Lara Carano, sindaco di Assago che, riporta Adnkronos, che scrive: “Abbiamo letto, in queste ultime ore, che si intende cambiare location al Festival della canzone italiana, ossia che si scelga il Mediolanum Forum di Assago, anziché l’Ariston di Sanremo, per il suo svolgimento. Tale notizia è stata recepita dalla nostra amministrazione comunale con grande entusiasmo“-

Il Mediolanum Forum è un palazzetto che ogni anno ospita numerosi eventi, dallo sport alla musica, nonché appunto lo studio dove viene registrato X Factor: “Il Festival di Sanremo rappresenterebbe un’occasione innovativa sul piano della cultura musicale non solo per Assago, ma anche per Milano” dice il sindaco.

Una proposta che darebbe tutto un altro significato al significato della storica “Milano-Sanremo”.

Approfondisci

TUTTO sul Festival di Sanremo

TUTTO su Amadeus

Potrebbe interessarti