bambina gioca su tik tok

Proseguono le indagini per scoprire la verità sulla morte di Antonella Sicomero, la bimba di 10 anni di Palermo che si sarebbe soffocata nel bagno di casa per una presunta sfida su Tik Tok. Un ipotesi, quest’ultima, che ha sollevato un polverone attorno al popolare social, tanto che sono stati presi alcuni provvedimenti dal Garante della Privacy. Dietro la tragica morte della bambina, però, potrebbe non esserci nessuna istigazione.

Antonella Sicomero, i sospetti sulla challenge di Tik Tok

La cronaca risale al 20 gennaio scorso, quando i genitori di Antonella Sicomero hanno trovato la figlia di 10 anni in bagno, “impiccata” con una cintura.

La corsa in ospedale e il lavoro dei sanitari è stato però inutile: la piccola è stata dichiarata morta poche ore dopo, a seguito di una grave asfissia e arresto cardiorespiratorio. Dietro la sua morte, un tremendo sospetto: che Antonella stesse partecipando ad una challenge su Tik Tok, una pericolosa sfida a resistere più a lungo possibile.

Subito dopo la sua morte, la Procura ha avviato una serie di indagini: si è ipotizzato il reato di istigazione al suicidio. Un’ipotesi che aveva però bisogno di trovare conferme dall’analisi del telefono di Antonella.

Proprio da questo, però, sarebbero emerse cose che allontanerebbero il quadro sin qui ipotizzato.

Sul telefono di Antonella nessuna challenge

Stando a quanto riportano i media locali, infatti, dalle analisi effettuate sul telefono non sarebbe emersa nessuna challenge. Antonella Sicomero, quindi, non sarebbe stata “invitata” a quel presunto gioco che le è costato la vita: gli inquirenti infatti non avrebbero trovato messaggi o video che avvalorino l’ipotesi dell’istigazione al suicidio. Nulla di immediatamente evidente, quantomeno: ulteriori accertamenti sono in corso sulla cronologia delle ricerche su Internet, ma senza un messaggio o una sfida “diretta”, il reato al momento ipotizzato contro ignoti potrebbe cadere.

Nessuna traccia del video di Antonella

A infittire il mistero su quella che è stata riportata subito come una drammatica sfida di Tik Tok finita male, anche il fatto che sul telefono di Antonella Sicomero non sarebbe stato trovato alcun video della sfida in corso. La bambina, che secondo il padre “Voleva essere la regina, la star di TikTok“, si era chiusa in bagno dicendo che avrebbe fatto una doccia. In realtà, si è legata la cintura dell’accappatoio al collo e da qui la tragica morte.

Se sia stato fatto con l’intento di mostrarsi sul social, però, in quel momento non è stato realizzato alcun video: tra le ipotesi al vaglio c’è anche che la morte di Antonella sia occorsa durante una “prova”, finita in tragedia.

Approfondisci

Bimba suicida impiccata in casa, il padre: “Temo che qualcuno l’abbia contattata”

Bimba di 10 anni si lega una cintura al collo per una sfida: dichiarata morta