mario draghi e giuseppe conte in primo piano

Nelle scorse ore è andata in scena l’assemblea del M5S, a cui hanno partecipato deputati e senatori oltre al premier uscente Giuseppe Conte. Proprio l’ex premier ha annunciato, stando a quanto rivelano fonti interne, che non entrerà a far parte dell’esecutivo con a capo Mario Draghi.

Il sostegno a Draghi

Stando a quanto rivela l’Adnkronos, Conte avrebbe spinto il MoVimento a partecipare e sostenere il governo che potrebbe formarsi, mettendo da parte la sua presenza: “Voltare le spalle al presidente incaricato, sarebbe come voltare le spalle al Paese“, avrebbe spiegato aggiungendo che questo “Non è il momento dell’autolesionismo e dell’autoesclusione“.

E ancora: “Dobbiamo incidere come Movimento nell’azione del prossimo governo perché abbiamo portato una spinta innovativa e di onestà. Vogliamo una transizione energetica vera. Come l’abbiamo impostata, non farne una finta“. Conte sarebbe poi tornato anche sulla questione di un “governo politico” che aveva già accennato fuori da Palazzo Chigi in occasione del suo ultimo discorso pubblico. Il governo Draghi, secondo Conte, necessiterà di “perimetro politico ben delineato, non indefinito“, perché “un perimetro troppo ampio sarebbe inconcludente e difficile da gestire“.

Chi è Mario Draghi

Il presidente incaricato è persona di spessore“, spiega ancora Conte riferendosi a Draghi, “io l’ho incontrato in diversi vertici e l’ho apprezzato. E’ stato lui che ha posto le basi per superare le politiche di austerità: è un interlocutore da prendere in seria considerazione. Certo, alcuni di voi potevano pensare che l’incarico potesse andare ad un altro: ma ora dobbiamo fare i conti con la realtà di questa fase storica“, riporta Tgcom24.

Leggi anche Mario Draghi: 5 cose che si dicono ma che non sono vere

Giuseppe Conte si sfila

Non voglio andare al governo.

Voglio che siate voi” a farlo, avrebbe detto ancora il premier uscente. Poi parlando al MoVimento riunito: “Dobbiamo rimanere al tavolo perché dobbiamo dare una prospettiva al Paese e altre soluzioni non ci sono. Ma ve lo dico io per primo: dobbiamo dimostrare di essere all’altezza delle sfide. Io ci sarò nelle forme e nei modi che riterrete giusti. Farò in modo di seguivi passo passo per accompagnarvi perché mi avete dato tanto“.

Approfondisci:

Tutto su Mario Draghi

Mario Draghi e il nuovo governo: il totoministri

Le parole di Conte su Draghi e il nuovo governo