mano bambino letto ospedale

A San Donà di Piave una sindrome infiammatoria correlata a un caso di Covid-19, diagnosticata in un bambino di 11 anni, sta preoccupando la comunità scientifica.

A quanto pare il bambino, che è al momento negativizzato per la Sars-Cov-2, sarebbe affetto dalla Mis-C (Multisystemic Immunitary Syndrome in Children), un’infiammazione multiorgano che provocherebbe sintomi anche gravi e che, per la sua origine recente e la poca conoscenza dei suoi risvolti clinici, è temuta dai medici.

Mis-C: il caso di San Donà di Piave

Il piccolo paziente di San Donà di Piave si era ammalato di Covid-19 insieme al resto della sua famiglia, sviluppando sintomi tipici della malattia.

A quattro settimane dal contagio, quando ormai il bambino era risultato negativo al tampone, il suo organismo ha reagito in modo insolito sviluppando quella che poi è stata riconosciuta come Sim-C. I sintomi riscontrati, nel suo caso, sono stati febbre molto alta e forti difficoltà respiratorie. Il piccolo al momento è ricoverato all’ospedale di Padova, nel reparto pediatrico.

Carlo Bramezza, commissario dell’azienda territoriale del Veneto Orientale, ha dichiarato -come riporta Fanpage: “Mentre si sta confermando la diminuzione dei contagi, dall’altra c’è questa situazione che riguarda i bambini e che ci sta preoccupando.

Speriamo si tratti di un caso isolato e che non se ne registrino degli altri”.

Mis-C e Sindrome di Kawasaki: le differenze

Si era cominciato a parlare della Mis-C, sindrome correlata al contagio da Coronavirus, nel settembre scorso.

Inizialmente i casi di Mis-C erano stati scambiati per forme di sindrome Kawasaki, un’altra infiammazione vascolare precedentemente emersa in correlazione con il Sars-cov-2: a isolare la Mis-c erano stati i ricercatori dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, insieme ad un team di medici del Karolinka Institutet di Stoccolma.

Tra i sintomi riscontrati, oltre alla febbre alta ed ai problemi respiratori, anche problemi intestinali e cardiaci, nonché un’infiammazione generalizzata. Nei mesi è stato confermato l’uso terapeutico di alte dosi di immunoglobuline e Anakinra, un immunodepressivo, nonché del cortisone. Lo studio di ricerca sulla MIS-C è stato pubblicato da Cell.

Approfondisci:

Mis-C, la scoperta: caratteristiche e sintomi