ambulanza fuori dall'ospedale

È di ieri la drammatica notizia che ha gettato nello sconforto la comunità di Treviso. Al centro della triste vicenda di cronaca una mamma di 31 anni di Fanzolo di Veldego e il suo piccolo di appena 18 mesi. A lanciare l’allarme alle Forze dell’Ordine erano stati i parenti che attendevano mamma e figlio per cena, spaventati da quel ritardo e quel silenzio. Rintracciata l’auto della giovane, la scoperta della tragedia: la 31enne, che sembra soffrisse da tempo di disturbi psicologici, si sarebbe gettata dal ponte di Vidor avendo con sé il figlio in braccio; inutili i soccorsi per la donna, recuperata priva di vita, migliorano invece le condizioni di salute del piccolo.

Mamma di 31 anni si getta dal ponte insieme al figlio di 18 mesi

É stata una corsa contro il tempo verso l’ospedale Ca’ Foncello quella dei soccorritori che trasportavano a bordo dell’ambulanza il piccolo bimbo di 18 mesi, trovano in pericolo di vita insieme al corpo ormai privo di vita della madre 31enne. La donna, dopo essere uscita di casa per raggiungere i familiari per una cena, avrebbe lasciato parcheggiata la sua auto non lontana dal ponte di Vidor dove avrebbe successivamente deciso di gettarsi nel vuoto insieme al figlio.

Migliorano le condizioni di salute del piccolo: è fuori pericolo di vita

Quanto al difficile momento psicologico in cui versava la donna non è dato sapere così come è impossibile ricostruire al momento il motivo che abbia spinto la 31enne a decidere di togliersi la vita con l’intento, probabile, di toglierla anche al figlio. Il piccolo bimbo di 18 mesi, recuperato in un grave stato di ipotermia, è stato immediatamente soccorso e trasferito nella terapia intensiva de Ca’ Foncello, per essere poi trasferito nuovamente nel reparto di pediatria. Da un primo check, il bimbo sembra non aver riportato lesioni permanenti nonostante la caduta dall’auto sui sassi, fatale invece per la madre.

A salvarlo sarebbe stato l’abbraccio della madre

Come ipotizzano gli inquirenti e gli investigatori attivi sul caso, a salvare la vita al piccolo sarebbe stato proprio l’abbraccio in cui era avvolto dalla madre che avrebbe attutito il colpo. Come riferiscono dall’ospedale, il piccolo non sarebbe più in pericolo di vita.

Approfondisci