Ilenia Fabbri

Svolta nelle indagini sull’omicidio di Ilenia Fabbri, la 46enne sgozzata in casa, a Faenza, il 6 febbraio scorso: l’ex marito della donna e un suo conoscente sarebbero stati arrestati e, secondo quanto riporta Ansa, a loro carico si sarebbero determinati “gravi elementi indiziari”. L’ipotesi dell’accusa sarebbe che l’ex coniuge della vittima, da giorni iscritto nel registro degli indagati per omicidio pluriaggravato in concorso con persona ignota, abbia premeditato un piano per uccidere la donna con cui aveva un contenzioso per questioni economiche. Un delitto su commissione, questo lo scenario che si sarebbe fatto dominante nello spettro dell’attività investigativa sul caso.

Ilenia Fabbri: arrestati l’ex marito e un conoscente

La notizia dell’arresto dell’ex coniuge di Ilenia Fabbri e di un conoscente irrompe nelle cronache sul delitto di Faenza e si impone come svolta nelle indagini.

Secondo l’ipotesi dell’accusa, l’ex marito della vittima, Claudio Nanni, sarebbe il mandante – l’altro uomo finito in manette sarebbe ritenuto l’esecutore materiale del delitto – nella cornice di un disegno di morte premeditato da tempo.

Un piano per uccidere la donna con cui aveva un contenzioso per questioni economiche.

Tanti soldi in ballo, stando alla ricostruzione emersa, che potrebbero aver costituito un movente per l’omicidio.

Pretese pendenti da parte della 46enne, conseguenti alla separazione datata 2018 (un’udienza si sarebbe dovuta tenere il 26 febbraio scorso, 20 giorni dopo il delitto) che, riporta Ansa, per gli inquirenti avrebbero fatto da tessuto a un “profondo astio” maturato nei confronti della vittima.

Omicidio Ilenia Fabbri: Le indagini a un punto di svolta

I due, che risulterebbero attualmente indagati in concorso, sarebbero stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Ravenna su richiesta dei pm Daniele Barberini e Angela Scorza, all’esito di “gravi elementi indiziari” raccolti nel corso delle indagini della Squadra mobile e dello Sco (Servizio centrale operativo).

La seconda persona finita nel fuoco investigativo sarebbe originaria del Ravennate.

Pochi giorni dopo il delitto e i rilievi all’interno dell’abitazione di via Corbara teatro del crimine, erano scattate le perquisizioni a carico dell’ex marito della vittima. L’uomo si sarebbe immediatamente dichiarato estraneo ai fatti, sostenuto dalla figlia – nata dal matrimonio con Ilenia Fabbri – che si è detta certa della sua innocenza.

Approfondisci

Omicidio di Ilenia Fabbri: il giallo delle chiavi di casa

Delitto di Faenza: la supertestimone sotto scorta

Ilenia Fabbri uccisa in casa: il racconto di una vicina sugli ultimi istanti