Politica

Bancarotta e fatture false i genitori di Matteo Renzi rinviati a giudizio: processo al via a giugno

I coniugi Renzi a processo per bancarotta fraudolenta ed emissione di fatture false
Matteo Renzi

Rinvio a giudizio per Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell’ex premier Matteo Renzi, nell’ambito dell’inchiesta sul fallimento delle cooperative ‘Delivery Service Italia’, ‘Europe Service’ e ‘Marmodiv’ che conterebbe un totale di 18 imputati. La prima udienza del processo sarebbe fissata a giugno: bancarotta fraudolenta ed emissione di fatture false i reati ipotizzati a vario titolo.

I genitori di Matteo Renzi a processo

Andranno a processo, secondo quanto riporta Ansa, i genitori dell’ex premier e leader di Iv Matteo Renzi, rinviati a giudizio nell’ambito dell’inchiesta che conterebbe un totale di 18 imputati.

I reati ipotizzati a vario titolo sono bancarotta fraudolenta ed emissione di fatture false.

È la notizia che emerge nell’ambito delle indagini per il fallimento delle cooperative ‘Delivery Service Italia’, ‘Europe Service’ e ‘Marmodiv’, le stesse per cui, 2 anni fa, Tiziano Renzi e Laura Bovoli finirono agli arresti domiciliari (misura poi revocata dal Tribunale del Riesame dopo 18 giorni).

Sempre per presunte false fatture, nell’ottobre 2019 i coniugi Renzi furono condannati a un anno e 9 mesi, con sospensione condizionale della pena, all’esito del processo che li vedeva imputati con l’imprenditore Luigi D’Agostino.

Il 3 marzo scorso, ricostruisce Adnkronos, in apertura di udienza preliminare il pm Luca Turco aveva depositato una memoria integrativa per rafforzare l’accusa nei confronti degli indagati.

La data della prima udienza

La prima udienza del processo sarebbe stata fissata per il prossimo 1 giugno a Firenze. L’inchiesta è focalizzata sulla gestione di cooperative del settore dei servizi – in particolare volantinaggio e distribuzione di materiale pubblicitario – di cui, secondo le indagini condotte dalla Guardia di finanza e coordinate dal procuratore aggiunto Luca Turco – i genitori dell’ex presidente del Consiglio sarebbero stati amministratori di fatto.

La difesa di Tiziano Renzi e Laura Bovoli: “Accuse infondate

TgCom24 riporta una nota dei legali di Tiziano Renzi e Laura Bovoli, a commento del decreto di rinvio a giudizio emesso dal giudice dell’udienza preliminare, Giampaolo Boninsegna: “La decisione del gup era attesa visto il tipo di vaglio a cui questo è chiamato per legge. È però emersa già dalle carte la prova della infondatezza del castello accusatorio, il cui accertamento necessariamente dovrà avvenire in dibattimento.

Confidiamo quindi di poter confutare la tesi inquisitoria in tale sede“.

Approfondisci

Tiziano Renzi dai domiciliari: “Ricostruzioni false”

I genitori di Renzi chiedono la revoca dei domiciliari: “Siamo due pensionati”

Tiziano Renzi e Laura Bovoli: revocati gli arresti domiciiari

Potrebbe interessarti