Politica

Approvato Decreto Sostegni: Mario Draghi illustra le misure dei nuovi aiuti ad imprese e lavoratori

Il Cdm ha approvato il Decreto Sostegni: 32 miliardi di euro destinati a imprese, lavoratori e lotta alla povertà. Mario Draghi illustra le misure del decreto
approvato decreto sostegno mario draghi

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il nuovo Decreto Sostegni, che stanzia 32 miliardi in risposta all’emergenza causata dalla pandemia da Coronavirus. Il premier Mario Draghi ha sottolineato quali saranno i principali interventi e aiuti, e a chi saranno indirizzati: in arrivo aiuti soprattutto per imprese e lavoratori. I dettagli del Decreto Sostegni.

Decreto Sostegni: 32 miliardi di aiuti

Come era stato anticipato dalla pubblicazione della bozza, il Decreto Sostegni è rivolto principalmente ad imprese, lavoratori e alla lotta contro la povertà.

Lo ha ribadito il premier Draghi aprendo la conferenza stampa di presentazione del decreto, appena approvato dal Cdm: “Questo decreto è una risposta significativa e consistente alla povertà, alle imprese e ai lavoratori. Sappiamo che è risposta parziale ma il massimo che abbiamo potuto fare all’interno di questo stanziamento

Mario Draghi ha poi spiegato quali sono i capisaldi del decreto: “l’aiuto e sostegno alle imprese, al lavoro e la lotta contro la povertà. L’obiettivo è dare più soldi possibili a tutti, più velocemente possibile.

L’insieme è 32 miliardi, è lo stanziamento approvato dal Parlamento su proposta del governo precedente“.

Decreto Sostegni: le misure in atto

Draghi poi ha spiegato che “tre quarti dell’importo è destinato alle imprese“. Gli aiuti introdotti in questo senso riguardano soprattutto 11 miliardi, che verranno destinati ad un’ampia platea. Rispetto al precedente decreto, è previsto l’abbandono dei codici Ateco e maggiore velocità dei pagamenti che inizieranno ad essere erogati dall’8 aprile, per chi avrà fatto domanda. Previsti aiuti anche per il settore della montagna, del turismo, gli autonomi, quelli del settore agricolo: per tutti questi è in arrivo una decontribuzione di 2 miliardi e mezzo.

Capitolo povertà: per chi ha perso il lavoro o il diritto al sussidio nel corso dell’ultimo anno, “Si pensa ad un estensione del reddito di emergenza, della platea e degli importi stanziati“.

Decreto Sostegni: come sono divisi i 32 miliardi

Subito dopo le parole di Draghi, il Ministro Daniele Franco ha specificato la ripartizione dei 32 miliardi contenuti nel Decreto Sostegni: previsto un contributo a fondo perduto per le partite Iva, e circa 3 milioni di aventi diritto (su 5.7 milioni di soggetti) riceveranno in media 3.700 euro a testa.

Tra le misure, 8 miliardi per il contrasto alla povertà, 5 miliardi a salute e sicurezza. Su questa parte, è stato sottolineato che 2.8 miliardi di euro andranno per l’acquisto di vaccini, farmaci e fondi per la logistica.

Potrebbe interessarti