Chiara Ferragni e Fedez

Chiara Ferragni additata come affetta da depressione post partum dopo la polemica sulla Regione Lombardia. L’imprenditrice digitale è stata bersagliata da diverse polemiche e attacchi sui social dopo il lungo post scritto nella giornata di venerdì in merito alla questione vaccini in Lombardia.

Sulla questione è intervenuto anche il marito Fedez che non ha usato toni morbidi e ha chiesto al Presidente della Regione Fontana e all’assessore alla salute Moratti di scusarsi.

Chiara Ferragni e “l’accusa” di depressione post partum

Tutto è partito da un lungo post pubblicato da Chiara Ferragni sul suo profilo Instagram, nel quale ha criticato la campagna vaccinale della Regione Lombardia raccontando quanto accaduto alla nonna del marito Fedez.

A questo sono seguite polemiche tra le quali quelle di una giornalista e opinionista tv, Mariagiovanna Maglie che su twitter ha scritto: “ La depressione post partum di Chiara Ferragni produce denunce politiche feroci alla Lombardia. Sempre la vecchia storia di fare il proprio mestiere (si fa per dire)…

A questo tweet ha immediatamente risposto Fedez, che ha scritto: “Questa signora ha diagnosticato una depressione post parto a mia moglie via Twitter, avanguardia.

E io che mi limitavo a riconoscere le idiozie partorite da certi imbecilli. Devo aggiornarmi”.

Il botta e risposta però non si è fermato lì, infatti, sempre su Twitter, la giornalista ha ribadito il suo punto senza ritrattare: “Ribadisco il concetto, rivendico la battuta che i fan di sinistra della Ferragni pensano sia loro privilegio. L’omessa segnalazione del Comune di residenza nella compilazione dell’adesione è stato l’unico problema della nonna di Fedez. Il resto è propaganda”. Ribadendo quanto dichiarato dall’ATS di Milano secondo cui il cosiddetto modulo di prenotazione della nonna di Fedez non sarebbe stato compilato correttamente.

Fedez pubblica il tweet della giornalista

Chiara Ferragni e depressione Post-Partum: è polemica

Le parole scritte dalla giornalista hanno scaricato grande indignazione sul web, soprattutto per l’uso di una patologia grave come insulto. Si tratta di una patologia che colpisce le donne in stato di gravidanza o successivamente dopo il parto, comprendente diversi sintomi che vanno dalla nevrosi alla depressione. In alcuni casi, la condizione della mamma è così grave da richiederne il ricovero o l’allontanamento temporaneo del bambino, non si tratta di certo di una patologia da prendere alla leggera o da sottovalutare, come la stessa Ferragni ha aggiunto.

Sulla questione è arrivato il commento di Burioni, che su Twitter ha scritto: “Surreale che una giornalista nello stesso tweet dove invita ognuno a fare il suo mestiere si metta a giocare al dottore”.

Anche Luca Bizzarri ha scritto: “Una depressione non credo possa essere diagnosticata via Twitter (spero non fosse intesa come insulto, continuo credere nell’intelligenza), se il preposto a fare il mestiere di vaccinare gli anziani lo avesse fatto non ci sarebbe stato caso, per non parlare della ridicola toppa”.

Che cos’ha detto Fedez

In una serie di Instagram Stories, Fedez ha preso le difese della moglie parlando di fatti, infatti ha rispiegato tutti i passaggi legati alla questione della nonna.

“La regione Lombardia smentisce ciò che ha scritto ieri mia moglie, ovvero che mia nonna sia stata vaccinata esattamente il giorno dopo che mia moglie ha fatto le stories sulla Regione e che le abbiano chiesto: Lei è la nonna di Fedez’. La Regione poi sostiene che mia nonna abbia sbagliato a compilare il modulo omettendo il comune di residenza. Purtroppo questa scusa fa acqua da tutte le parti”.

“Sul sito, quando si compila la domanda per il vaccino, il comune di residenza viene messo in automatico.

Se questo non bastasse a farvi fare la più grande figura di mer** di tutti i tempi, vi dirò che mia nonna, la domanda per il vaccino la compilò mesi fa e, guarda un po’, fu contattata il giorno dopo che io pubblicai una story dove la Regione si scusava per il ritardo. Anche lì, il giorno dopo, una strana coincidenza senza favoritismi e preferenze. Mia nonna quel giorno non potè uscire perché inferma a una gamba. Poi si sono dimenticati di lei come hanno fatto con tutti gli altri anziani e il giorno dopo che mia moglie fa una story per lamentarsi della Regione cosa succede? Viene contattata mia nonna per essere vaccinata e le chiedono: ‘Lei è la nonna di Fedez?‘. Questa è la modalità Lombardia, cercare di tappare i buchi e mettere a tacere le polemiche in un sistema che fa acqua da tutte le parti”.

A quel punto Fedez ha rivolto un appello ad Attilio Fontana e Letizia Moratti: “Attilio Fontana, Letizia Moratti vogliamo riscoprire il senso della vergogna e chiedere scusa a tutti i cittadini per avere adottato un comportamento che non vede nei cittadini stessi diritti e stesse opportunità, ma semplicemente una modalità che verte a salvarsi la faccia ed evitare la gogna mediatica. Chiedete almeno scusa”.

Approfondisci: