Veronica Pivetti e Amore Criminale: la seconda puntata del programma che dà voce a storie di donne vittime di violenza

Stasera giovedì 29 aprile su Rai 3 alle 21:20 andrà in onda la seconda puntata dell’edizione 2021 di Amore criminale, che tratterà la storia di Giordana Di Stefano, uccisa a 20 anni dall’ex.

La trasmissione raccoglie le drammatiche storie di donne vittime di femminicidio. A condurre il programma con grande professionalità è Veronica Pivetti, in prima linea nella lotta contro la violenza sulle donne.

Amore criminale: storie di femminicidi

Amore criminale torna con la seconda puntata del 2021 stasera, giovedì 29 aprile su Rai 3 alle 21:20. Con la regia di Matilde D’Errico e Maurizio Iannelli il format cerca di sensibilizzare e allo stesso tempo denunciare i maltrattamenti e le violenze sulle donne.

Ogni puntata è dedicata alla storia di una donna uccisa dal suo partner o ex compagno.

Sono fatti di cronaca realmente accaduti, storie di donne vittime delle violenze di quei compagni che promettevano di amarle e proteggerle. Al timone del programma c’è Veronica Pivetti, è lei la voce narrante che racconta con grande sensibilità le tragiche storie di omicidi e maltrattamenti. Prima di ogni puntata, la conduttrice si occupa di analizzare nel dettaglio i casi giudiziari di queste donne. Inoltre, il programma raccoglie le testimonianze di amici, famigliari, magistrati e Polizia per la ricostruzione del caso.

Le anticipazioni di stasera: la storia di Giordana Di Stefano

La serata di questa sera sarà dedicata alla storia di Giordana Di Stefano, una giovane ragazza di Catania diventata mamma a soli 15 anni. Giordana trascorre le sue giornate con la sua amata figlia mentre studia per diventare insegnante di flamenco. Nel 2010 incontra Luca Priolo che rivestirà il ruolo di padre per la figlia.

Ma 3 anni dopo, nel 2013, Giordana stanca dei comportamenti possessivi e gelosi di Luca decide di lasciarlo.

Nel 2015 la giovane ballerina incontra un altro ragazzo con cui inizia una relazione amorosa in cui lei finalmente si sente libera e amata. Ma una sera, mentre Giordana Di Stefano sta andando dal suo fidanzato come sempre faceva dopo lavoro, Luca la sta aspettando fuori casa. L’ex fidanzato uccide Giordana con 48 coltellate e si dà alla fuga.

Dopo la puntata, lo spin-off Sopravvissute

Dopo la trasmissione, sempre su Rai 3 ci sarà a seguire lo spin-off Sopravvissute. Il programma, condotto da Matilde D’Errico (ideatrice di Amore criminale), racconta invece le storie di vita delle donne “sopravvissute”, quelle che sono riuscite a scappare dalle relazioni tossiche prima che la situazione degenerasse.

Dunque, saranno le stesse coraggiose donne a raccontare la loro esperienza, mostrando le ferite di un doloroso passato. Maltrattamenti, minacce, violenze fisiche e psicologiche fino ai tentativi di omicidio sono tutti i soprusi che hanno sopportato per anni dagli ex compagni fino a quando, finalmente, l’incubo è finito.

Quando vanno in onda le prossime puntate

Per l’edizione 2021 Amore criminale trasmetterà in totale 6 puntate. Giovedì scorso, 22 aprile, è andato in onda il primo episodio e a seguire ogni giovedì verranno trasmessi tutti gli altri sempre su Rai 3 dalle 21:20.

Vediamo nel dettaglio le prossime date: stasera 29 aprile, 6 maggio, 13 maggio, 20 maggio concludendo con l’ultima puntata il 27 maggio.

Veronica Pivetti: “Col lockdown la situazione è peggiorata

Il docufiction Amore criminale, nato nel 2007, accoglie le richieste di aiuto delle donne in situazioni di pericolo per poi inviarle ai centri antiviolenza sparsi in tutta Italia. Dal 2018 la conduzione è passata a Veronica Pivetti, da sempre in prima linea nella lotta contro la violenza sulle donne. Come riporta La Repubblica, l’attrice ammette di essere molto sconfortata dal fatto che il tema sui femminicidi sia purtroppo ancora molto attuale.

“Socialmente la situazione è drammatica. – commenta la conduttrice – […] penso che le ragazze sappiano come farsi rispettare, conducono una vita molto social. Invece non è cambiato niente, non c’è stata nessuna evoluzione sostanziale della società nei confronti della donna“. Poi continua, spiegando come il lockdown abbia alimentato i casi di violenza domestica. “La donna è chiusa a casa con il carnefice, una situazione che ha inasprito convivenze già difficili, piene di tensione e di rabbia. – spiega l’attrice – […] È scioccante: la statistica dice che ogni giorno e mezzo viene uccisa una donna”.