Marco Vannini, i genitori sulla tomba del figlio dopo la condanna ai Ciontoli

Come avevano annunciato, i genitori di Marco Vannini hanno portato i fiori al figlio, presso il cimitero di Cerveteri, dopo la sentenza di Cassazione che ha ribadito le condanne a carico di Antonio Ciontoli, della moglie Maria Pezzillo e dei due figli Federico e Martina (quest’ultima allora fidanzata del 20enne, ucciso nella loro casa di Ladispoli, nella notte tra il 17 e il 18 maggio 2015).

I genitori di Marco Vannini portano i fiori sulla tomba del figlio

Lo avevano promesso al loro unico figlio, e ora, dopo aver avuto una risposta dalla giustizia, Marina Conte e Valerio Vannini gli hanno portato dei fiori che, in qualche modo, sono il simbolo di una piccola carezza di pace nei cuori della loro famiglia, devastata da anni di dolore e battaglie per la verità sui fatti che hanno condotto alla morte Marco Vannini.

I genitori del ragazzo, riporta Ansa, si sono recati questa mattina presso il cimitero di Cerveteri dove si trova la sua tomba, poche ore dopo la decisione della Cassazione nell’ambito del processo per l’omicidio del 20enne.

Marco Vannini: le parole dei genitori dopo le condanne

In questa tragedia non ci sono vincitori ma solo vinti ed il primo proprio Marco“: queste alcune delle parole di Marina Conte, riporta ancora l’agenzia, attraverso il suo legale Celestino Gnazi.

Un commento che arriva dopo quanto dichiarato dai genitori di Marco Vannini a margine della Cassazione.

Giustizia è fatta“, hanno sottolineato davanti alle telecamere dei cronisti all’esterno del palazzo romano in cui si è scritto il capitolo definitivo sul lungo cammino giudiziario.

La sentenza di ieri ha aperto le porte del carcere per Antonio Ciontoli, condannato a 14 anni di reclusione, per la moglie Maria Pezzillo e i due figli, Federico e Martina Ciontoli, tutti condannati a 9 anni e 4 mesi. Condanne definitive, arrivate a conferma dell’appello bis e dopo 6 anni dalla morte di Marco Vannini.

Approfondisci:

Marco Vannini, l’avvocato della famiglia: “È stata una traversata nel deserto”

Marco Vannini: le parole dei genitori prima della Cassazione

Omicidio Marco Vannini: nell’audio del 118 le parole del 20enne