Aka7even

Ad Amici la tensione per la semifinale si sta facendo sempre più grande, arrivando addirittura a creare problemi fra gli allievi e i loro coach. Aka7even e Anna Pettinelli sono stati protagonisti di una discussione dai toni molto accessi, che sembra aver messo in crisi l’armonia che da mesi li legava.

Anna Pettinelli e Aka7even: il problema e il guanto di sfida

Nelle ultime ore Aka7even è apparso particolarmente preoccupato per i brani assegnati per la semifinale. A destare nel cantante forti dubbi è stato inoltre un guanto di sfida lanciato dalla sua coach Anna Pettinelli e che dovrebbe coinvolgerlo in una sfida contro Sangiovanni.

Entrambi infatti saranno chiamati a preparare la nota canzone d’amore “She”, sulla quale non potranno effettuare cambiamenti melodici, né introdurre barre, ma dovranno limitarsi a inserire un breve componimento parlato.

Aka7even ha accolto la proposta con scarso entusiasmo e durante le prove ha riscontrato numerose difficoltà. “Non è per abbattermi o per buttarmi giù però secondo me il guanto di “She” è più a favore di Sangio che a favore mio ha osservato in sala musica il ragazzo. “Lui ha quest’abilità di trasformare i pezzi vintage– ha spiegato- lui ce l’ha di suo”.

Aka ha inoltre aggiunto di temere di creare uno spiacevole “effetto matrimonio”, interpretando il brano in maniera poco apprezzabile dal pubblico.

Il giudizio di Aka7even: “Va a favore di Sangio”

Aka7even ha quindi spiegato di credere che non potrebbe trarre vantaggio nella gara presentando un simile brano. “Sono convinto che io posso fare davvero tanto su ‘sto pezzo però che Sangio ci mette l’identità– ha aggiunto non posso permettermelo tutto questo, devo permettermi anche di avere un punto, visto che è un guanto”. È una carta mia che va a favore di Sangio secondo me, io non voglio perdere ha concluso manifestando il suo desiderio di arrivare in finale.

Il confronto con Anna Pettinelli

Il timore di poter perdere il suo posto nella scuola proprio a un passo dalla finale ha convinto Aka7even a chiedere un confronto immediato con la coach Anna Pettinelli. “Secondo me quel guanto è a favore suo e non mio ha dichiarato da subito il ragazzo, destando stupore nella speaker radiofonica. Il cantante ha quindi esposto la sua opinione, sostenendo che le capacità di Sangiovanni li permetterebbero di superare senza problemi la prova: “È roba sua più che mia”. La reazione della Pettinelli ha reso subito nota la sua opinione.

Secondo te visto che siamo in semifinale io sono una pazza ha esordito la donna, invitandolo poi a ascoltare con attenzione le versioni originali dei brani e suggerendogli di “scrivere quello che ti esce dal cuore”. “Pensi che io faccia le cose veramente a c***o?” ha continuato arrabbiata, sentendo che Aka rimaneva fermo sulla sua opinione.

Lo sfogo della Pettinelli: “Sei sempre il solito cuccio e presuntuoso!”

La Pettinelli ha cercato di far riflettere Aka7even sulla difficoltà che la sfida da lei lanciata potrebbe rappresentare per Sangiovanni, da lei ritenuto incapace di cantare.

“Sangiovanni come sappiamo ha dei problemi a cantare– ha spiegato- può metterci sopra tutta la poesia del mondo, come sai fare anche tu”. Anna ha gli ha poi ricordato che la canzone scelta punta a far emergere la loro”anima” , ma sentendolo irremovibile si è sfogata con lui usando parole molto forti.

Tu sei sempre il solito ciuccio e presuntuoso! Io ho preso una canzone che mette a nudo le tue capacità di scrittura” ha affermato furiosa, ribadendo la sua opinione sull’inconsistenza dei testi di Sangiovanni. “Non mi dire che è a favore di Sangiovanni perché io non farei mai una cosa a favore di Sangiovanni!” ha concluso invitandolo a fidarsi di lei e congedandolo con un scrivi e non rompere i c******i!”.

La reazione di Aka7even

Tornato in casetta, Aka7even ha iniziato riflettere sulla sua telefonata con Anna Pettinelli, non riuscendo a trovare pace. Vedendolo pensieroso, Giulia gli ha chiesto di aggiornarla sulla questione. “Non ha tolto il guanto a Sangio– le ha spiegato- continua a mettermi parola in bocca che non dico e continuava a chiamarmi ‘ciuccio e presuntuoso’ e sta cosa mi manda in bestia!”.

“Io presuntuoso? Per dire la mia!- ha continuato Aka sfogandosi- io per dire la mia devo risultare presuntuoso?”. Il ragazzo ha poi ribadito il suo fastidio confrontandosi con Sangiovanni: “Risulto presuntuoso perché dico che per me il guanto è a favore tuo! Non mi ha lasciato parlare e mi ha detto che sono ‘presuntuoso e cuccio’”. “Non lo so per lei l’idea di ‘ciuccio’ quale sia, per me ‘ciuccio’ vuol dire che sei una persona che non ha studiato nella vita, oppure ignorante in materia, ma presuntuoso non lo tollero, perché manco mia mamma in 20 anni della mia vita mi ha mai detto che sono presuntuoso!.

Aka7even ha ricordato che già in passato la coach lo avrebbe chiamato in quel modo, spiegando di non riuscire proprio a tollerare un simile commento. “Io volevo solo…era una conversazione normale– ha concluso- cercare anche di capire, ma non essere attaccato in questo modo!”.