Scomparsi

Denise Pipitone, accertamenti su una ragazza di 21 anni in Calabria dopo una nuova segnalazione

Una nuova segnalazione su Denise Pipitone porterebbe in Calabria: a Scalea accertamenti su una 21enne
Denise Pipitone, accertamenti su una 21enne di Scalea

Accertamenti su una 21enne in Calabria nell’ambito delle nuove indagini sul caso di Denise Pipitone, la bimba scomparsa a Mazara del Vallo (Trapani) il 1° settembre 2004. La notizia, riportata da Ansa e Adnkronos, arriva pochi giorni dopo l’ispezione condotta dai carabinieri nell’abitazione che sarebbe stata in uso all’ex moglie di Pietro Pulizzi, padre della piccola, e rilancia una nuova pista dopo quella (sfumata) sulla giovane russa Olesya Rostova.

Denise Pipitone, accertamenti a Scalea dopo una segnalazione

Secondo quanto appreso dall’Ansa, nelle ultime ore i carabinieri di Scalea, in provincia di Cosenza, avrebbero dato il via ad accertamenti su una ragazza di 21 anni, di origini romene, che vivrebbe nella stessa città.

A dare impulso ai nuovi controlli degli inquirenti sarebbe stata la segnalazione di un uomo secondo cui la giovane potrebbe essere Denise Pipitone.

Una ipotesi da prendere con la massima cautela, dopo il clamore intorno all’identità della giovane russa Olesya Rostova che aveva alimentato speranze poi sfumate in un nuovo buco nell’acqua.  “Secondo quanto si apprende – riferisce l’agenzia di stampa – chi ha segnalato la somiglianza pare abbia riferito diverse circostanze che potrebbero fare ipotizzare la verosimiglianza di quanto riferito”.

La ragazza non si sarebbe sottratta alle verifiche dei militari e avrebbe fornito informazioni utili sul suo passato, compresi i nomi dei genitori. Informata la Procura della Repubblica di Marsala, che ha recentemente riaperto il caso della bimba scomparsa a Mazara 17 anni fa, e che ora dovrebbe valutare se procedere o meno alla comparazione del Dna.

Denise Pipitone, le parole dell’avvocato di Piera Maggio

La macchina delle nuove indagini sul caso di Denise Pipitone si è messa in moto pochi giorni fa, a margine della pista, poi sfumata, sul possibile ritrovamento della piccola scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004 in Russia.

L’avvocato Giacomo Frazzitta, legale della madre di Denise, Piera Maggio, secondo quanto riportato da Mattino Cinque, avrebbe dichiarato di essere sulle tracce della donna nomade che, poco dopo la sparizione della minore, fu avvistata e ripresa in un video a Milano in compagnia di una bambina che potrebbe somigliare a lei.

Non sappiamo se quella bambina, ormai adulta, del 18 ottobre 2004 sia Denise Pipitoneha affermato Frazzitta a Mattino Cinqueperché non abbiamo potuto accertarlo, a seguito di ritardi nell’intervento che Felice Grieco (la guardia giurata che girò il filmato con il telefonino, ndr) aveva sostanzialmente sollecitato alle forze dell’ordine, però possiamo trovare chi è la donna rom.

Se la trovassimo, evidentemente potremmo, da lì, almeno toglierci questo dubbio”.

Potrebbe interessarti