Politica

Silvio Berlusconi ricoverato in ospedale: portato di nuovo al San Raffaele di Milano

Silvio Berlusconi è stato di nuovo ricoverato all'ospedale San Raffaele. L'ex premier sarebbe in ospedale per proseguire le terapie
Silvio Berlusconi ricoverato

Silvio Berlusconi è tornato di nuovo al San Raffaele. L’ex premier entra e esce dall’ospedale ormai da mesi, e anche questa volta sembra esserci entrato per degli accertamenti post Covid.

Silvio Berlusconi in ospedale

Berlusconi, riferiscono fonti azzurre ad AdnKronos, sarebbe stato ricoverato nell’ospedale milanese nella notte. Il Presidente di Forza Italia sarebbe in ospedale, al San Raffaele, per proseguire le terapie per superare gli strascichi che ha lasciato la positività al Covid-19.

L’ex premier non stava bene, scrive Adn che riporta fonti vicine al suo entourage, e prima di arrivare in ospedale era stato assistito in una camera attrezzata nella sua villa di Arcore.

Poi il ricovero in ospedale, nel quale sarebbe entrato questa mattina presto intorno alle 5. Berlusconi sarebbe stato visto affaticato, mentre usciva dalla macchina. Con lui le guardie del corpo e il suo medico curante, il professor Alberto Zangrillo.

Silvio Berlusconi: gli ultimi ricoveri in ospedale

L’ultimo ricovero in ospedale di Silvio Berlusconi risale allo scorso aprile, quando, come questa volta, era stato portato all’ospedale San Raffaele di Milano.

Il leader di Forza Italia era arrivato in elicottero, dopo aver trascorso la Pasqua nella villa della figlia Marina in Provenza.

Il ricovero precedente, invece, risale soltanto a poche settimane prima quando era stato ricoverato e dimesso nel giro di due giorni.

Il motivo del ricovero sarebbe stato da ricondurre, anche in quella circostanza, ad una serie di controlli di routine e oltre alla terapia post-covid di cui si parla anche in questa circostanza.

Silvio Berlusconi e la positività al Covid-19

Gli ultimi mesi sono stati complicati dal punto di vista della salute.

Berlusconi era risultato positivo al Covid-19 sul finire dell’estate scorsa, era stato ricoverato a settembre dopo che gli era stata diagnosticata una polmonite bilaterale. Le dimissioni erano arrivate 11 giorni dopo.

Potrebbe interessarti