voucher palestre, vacanze e concerti: novità nel decreto sostegni

Palestre, vacanze, concerti sono tra le attività e gli eventi interrotti dalla pandemia, ora al centro del nuovo emendamento al Decreto Sostegni. Importanti novità sono in arrivo per quanto riguarda i voucher e la loro scadenza.

Voucher palestre: ok uso entro 6 mesi dalla fine dell’emergenza

La riapertura delle palestre si avvicina, con nuove misure da rispettare per tornare a praticare sport in sicurezza. Chi ha sottoscritto un abbonamento potrà optare per un voucher in alternativa al rimborso immediato o allo svolgimento a distanza delle attività previste dal proprio piano.

Il voucher palestre sarà di valore pari al credito vantato e sarà utilizzabile entro 6 mesi dalla fine dello stato di emergenza.

Questa data è fissata al 31 luglio 2021.

Voucher e bonus vacanze: ora vale per 2 anni

Il bonus vacanze, in dirittura d’arrivo anche per quest’anno con modalità analoghe a quello del 2020, ha visto prorogata la propria validità. Il nuovo termine è slittato da 18 a 24 mesi, dunque fino a giugno 2022.

Per quanto riguarda i viaggi prenotati ma non effettuati, è previsto un rimborso anche nella modalità di voucher. Se la prenotazione è stata effettuata tramite un’agenzia di viaggio, il voucher potrà essere ceduto all’agenzia.

Il voucher non sarà emesso nei casi di viaggi e iniziative di istruzione per quanto riguarda le scuole dell’infanzia, le classi terminali delle primarie e secondarie di primo e secondo grado. In questo caso è infatti prevista la restituzione della somma versata.

Voucher per concerti ed eventi: le novità

Buone notizie anche per musei, mostre e spettacoli annullati causa Covid: i voucher, pari al valore dei biglietti acquistati, ora avranno validità di 3 anni. Per i concerti, l’unica condizione è che l’evento sia posticipato con una data certa che non vada oltre il 31 dicembre 2023.

Prorogato il “buono viaggio”

Nuova proroga anche per il buono viaggio, spostata ora al 31 dicembre 2021. Questo buono si può spendere per taxi o servizi di noleggio con conducente. Ne beneficiano le persone che siano fisicamente impedite o costrette a mobilità ridotta da patologie accertate, ma anche le famiglie in stato di bisogno perché colpite dall’emergenza sanitaria.