Cronaca

Stop quarantena dall’estero in Italia: dal 16 maggio basterà il tampone per gli arrivi UE

Roberto Speranza ha firmato l'ordinanza che mette fine alla quarantena obbligatoria per chi arriva dai Paesi Ue, Gran Bretagna e Israele: cosa cambia da ora
stop quarantena dall'estero verso l'italia

Novità per quanto riguarda la quarantena per chi viene da Paesi UE: con una nuova ordinanza che entrerà in vigore già da domenica, non sarà più necessario isolarsi per quel periodo minimo che era stato imposto. La novità si inserisce in un contesto di nuovi allentamenti che potrebbero partire già nel corso delle prossime settimane, come quello sul coprifuoco.

Quarantena dall’estero, stop all’obbligo dal 16 maggio

Ad annunciarlo è una nuova ordinanza firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza nelle scorse ore, con la quale termina l’obbligo di isolarsi per coloro che arrivano in Italia dall’estero.

Prima, infatti, era necessario osservare un periodo di 5 giorni di isolamento fiduciario all’arrivo in Italia, oltre ad esito negativo di un tampone molecolare o antigenico effettuato nelle precedenti 48 ore.

Ora è cambiata la normativa: da lunedì 16 maggio stop alla quarantena dai Paesi UE, area Schengen Gran Bretagna e Israele. Per chi arriva da questi paesi, sarà necessario presentare solo un tampone negativo. Un passo importante, in vista dalla stagione turistica estiva.

Sono state prorogate invece le misure restrittive relative al Brasile. Tra le novità, anche l’estensione dei voli Covid tested anche su Venezia e Napoli, oltre che dagli aeroporti di Milano e Roma. ì

Quarantena dall’estero, coprifuoco abolito a giugno e green pass: le novità in arrivo

Oltre alla fine della quarantena obbligatoria per gli arrivi dai Paesi UE, in Italia potrebbero cambiare a breve molte altre cose. Solo ieri il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ha dettato una road map sull’annosa questione del coprifuoco: a breve potrebbe essere allungato di 1 o 2 ore, mentre a fine giugno potrebbe essere abolito del tutto.

Molto dipenderà dall’andamento della campagna vaccinale, i cui effetti si stanno già vedendo dai dati pubblicati in questi giorni.

Infine, novità potrebbero arrivare anche in relazione al green pass, il certificato nazionale e internazionale che permetterà ai vaccinati, coloro che hanno già fatto il Covid e a chi ha un tampone negativo (in questo caso solo “a tempo) di spostarsi liberamente per il Paese e l’area UE. Ebbene la maggioranza, secondo Costa, dovrebbe valutare la possibilità di passare gratuitamente i tamponi, per mettere i cittadini sullo stesso piano in vista dei movimenti estivi.

Potrebbe interessarti