coprifuoco, possibile abolizione a giugno

In arrivo possibili novità per quanto riguarda il coprifuoco imposto per contrastare la pandemia da Covid-19. Motivo di aspro dibattito politico nel corso dell’ultimo mese, ora forse si intravede la luce in fondo al tunnel: a riferire le ipotesi sul tavolo è il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, che ha parlato anche della possibile gratuità dei tamponi.

Coprifuoco abolito a giugno: per Costa è possibile

Il tema del coprifuoco continua a essere argomento di dibattito: dopo le riaperture del mese di aprile ora gli occhi della ripartenza sono fissi sulla possibilità di stare fuori la sera; il rientro obbligatorio alle 22 infatti rischia di limitare di molto l’economica turistica in vista dell’estate.

Poche settimane fa, dopo le proteste della Lega, la maggioranza è arrivata ad un accordo: la misura sarebbe stata rivalutata verso metà maggio, in base ai dati della pandemia.

Qualcosa ora sembra muoversi, come confermato dal sottosegretario Costa a Tv2000: “Mi auguro che già la prossima settimana ci possa essere un allungamento almeno di un’ora o anche di 2 ore” ha dichiarato. Ma non solo: “Credo che il mese di giugno possa essere un mese dove poter valutare l’ipotesi di abolire il coprifuoco“.

Coprifuoco, l’abolizione dipende dalla campagna di vaccinazione

Molto dipenderà dalla campagna vaccinale, che ora sta marciando con numeri più importanti rispetto a inizio primavera. Per Costa, infatti, “Se ogni mese somministriamo 15 milioni di dosi di vaccino, significa che da qui a luglio somministreremo 45 milioni“, che assieme ai 25 già dati porta il totale a 60 milioni. Una cifra importante: “Credo che a fine luglio saremo in una percentuale di immunizzazione importante che ci permetterà anche di prendere in considerazione l’ipotesi di togliere le mascherine all’aperto“.

Un ulteriore spinta potrebbe essere data dal richiamo di Pfizer a 42 giorni: “Ci siamo assunti la responsabilità di fare questa scelta” ha dichiarato Costa.

Questo permetterà infatti di procedere più rapidamente con la somministrazione delle prime dosi.

Coprifuoco, ma anche tamponi gratuiti tra le possibili novità

Infine, tra le ipotesi sul tavolo di Andrea Costa il Governo dovrebbe considerare anche la gratuità dei tamponi. Questo perché “Se un nostro concittadino contrae il Covid viene curato gratuitamente e il vaccino viene somministrato allo stesso modo gratuitamente. Quindi anche sul tampone una riflessione di gratuità dovremmo farla“.

Una novità, questa, che per il sottosegretario metterebbe tutti i cittadini sullo stesso piano, garantendogli le stesse possibilità in vista del green pass in arrivo.

Approfondisci

Pierpaolo Sileri tra vaccino e coprifuoco: come sarà l’Italia tra 2-3 settimane