giulia stabile a ti lascio una canzone

Giulia Stabile è la vincitrice della 20° edizione di Amici di Maria de Filippi. Tuttavia per la giovane ballerina romana questa non è la prima apparizione in tv. Da quanto emerge dal suo profilo Instagram, Giulia nel 2014 ha partecipato a Ti lascio una canzone, il talent show di Antonella Clerici dedicato alle giovanissime voci. La vincitrice di Amici ha partecipato al programma in qualità di ballerina e non di concorrente, esibendosi nel corpo di ballo!

Giulia Stabile a Ti lascio una canzone, il talent della Clerici

Il feed Instagram di Giulia Stabile ci svela tantissimi scatti di una piccola e dolcissima ballerina che fa la sua prima apparizione in tv, su Rai 1, a soli 11 anni.

A riportare in auge le foto probabilmente sono stati i commenti della sua appena incontrata dolce metà: Sangiovanni, finalista con lei ad Amici. Il giovane cantante rilascia sotto le sue foto di bambina frasi affettuose e dolci emoticon. Sotto una in particolare, in cui una sorridente Giulia è alle prese con un balletto, Sangiovanni scrive La musica nel sangue”. E davvero nelle vene di Giulia sembra scorrere amore puro per la musica e la danza, le uniche certezze in cui non ha mai smesso di credere.

Tanti poi gli scatti con la Clerici, quelli in costume per le varie esibizioni serali e persino una dolcissima foto in cui Giulia è in braccio ad Ambra Angiolini.

Giulia Stabile tra la passione per la danza e il bullismo

La determinata Giulia Stabile ha iniziato il suo percorso nella danza a soli 3 anni e da lì non ha mai smesso. Dietro la sua determinazione, il suo impegno e la sua voglia di imparare, si cela però un passato di dolore e di bullismo. Dicevano fosse brutta”, spiega Flaminia Buccellato, la sua insegnante di danza da ben 15 anni, nonché direttrice dell’Accademia Buccellato-Rossi. E poi continua “si chiudeva in sé, anche in sala, sempre in fondo, insicura, timorosa di apparire”.

E la stessa Giulia a Il fatto quotidiano ha raccontato i suoi difficili anni delle medie. “Non sono mai arrivati alle mani, ma i bulli mi hanno detto e fatto di tutto. Poi spiega nel dettaglio: “Quando tornavo in classe mi facevano trovare tutti i miei oggetti personali distrutti”. E la preoccupazione della dolce Giulia non era tanto per sé, quanto per i suoi genitori. Nell’intervista dichiara: “Ero dispiaciuta più che per me, per i miei genitori, che con tanti sacrifici mi compravano ciò di cui avevo bisogno”.

 Le sue fragilità non le hanno però impedito di perseguire il suo sogno. Si è aggrappata con tutta se stessa alla forza della danza e davvero l’amore per la danza l’ha salvata”. Così dichiara ancora la sua insegnante.