Riaperture, dalle piscine agli eventi: tutte le date della ripartenza e come cambia il coprifuoco

Approvato il nuovo decreto legge che sancisce una per una, con puntuale precisione, tutte le riaperture in calendario al termine di questo nuovo “soft” lockdown che ha caratterizzato l’inverno e la primavera del 2021. È finalmente possibile sapere quando si potrà tornare a praticare sport, fare shopping nei weekend ma anche organizzare matrimoni ed eventi nonché cene fuori porta.

Iil calendario completo delle riaperture in programma, cambia anche la regola del coprifuoco.

Riaperture, il nuovo decreto: il calendario completo data per data

Le riaperture saranno graduali, in linea con la cautela consigliata dal premier Draghi.

Riaprire in sicurezza infatti significa tenere conto dei dati sui contagi e della campagna vaccinale, così da poter intervenire con efficacia. Le riaperture saranno quindi organizzate secondo questo calendario:

  • 22 maggio: centri commerciali aperti anche nei giorni festivi e prefestivi. Presto sarà quindi possibile tornare a fare shopping anche nei weekend in gallerie, mercati e parchi commerciali;
  • 22 maggio: via libera per gli impianti di risalita in montagna. L’ingresso in cabinovia sarà contingentato e si dovrà sempre indossare la mascherina;
  • 24 maggio: si potrà tornare in palestra, rispettando precise regole di sicurezza per praticare sport senza rischio di contagio;
  • 1° giugno: si torna a cenare nei ristoranti, anche al chiuso. Consentito quindi il consumo di cibi e bevande all’interno dei locali anche oltre le 18, ma si dovranno rispettare i protocolli anti-contagio. Si potrà consumare all’interno dei bar, anche al bancone;
  • 1° giugno: si potrà assistere agli eventi sportivi all’aperto. La capienza massima sarà del 25%, o comunque per un massimo di 1000 spettatori;
  • 15 giugno: ripartenza delle feste, compresi i matrimoni e le comunioni, anche al chiuso. Agli invitati sarà richiesto il green pass;
  • 15 giugno: aperture dei parchi tematici e di divertimento;
  • 1° luglio: è il turno dei centri sociali, culturali e ricreativi;
  • 1° luglio: riapriranno le piscine al chiuso, mentre quelle all’aperto sono operative già dal 15 maggio. Via libera anche a centri benessere e centri termali;
  • 1° luglio: ritorno in presenza per i corsi di formazione pubblici e privati;
  • 1° luglio: riapertura di sale giochi, sale scommesse, bingo e casinò;
  • 1° luglio: si potrà assistere agli eventi e alle competizioni sportive anche al chiuso. La capienza massima sarà del 25%, o comunque per un massimo di 500 spettatori;
  • nessuna riapertura, al momento, in vista per discoteche e sale da ballo, sia all’aperto sia al chiuso.

Decreto riaperture: come cambierà il coprifuoco e quando sarà abolito

Il nuovo decreto per le riaperture chiarisce anche i nuovi orari del coprifuoco.

  • 19 maggio: da questa data il coprifuoco è spostato alle 23 esclusivamente nelle zone gialle;
  • 1° giugno: nelle zone bianche sarà abolito il coprifuoco;
  • 7 giugno: nelle zone gialle, il coprifuoco sarà spostato alle 24;
  • 21 giugno: abolizione del coprifuoco in tutta Italia, anche nelle zone non bianche.

Gli allentamenti del coprifuoco si applicano quindi nelle sole zone bianche e gialle.

L’unica data che riguarderà le zone rosse e arancioni sarà quella del 21 giugno. Il coprifuoco, a prescindere dal colore della propria Regione, non vige per gli spostamenti che riguardino lavoro, necessità e salute. La zona bianca implicherà regole meno stringenti. In particolare, si dovranno osservare solo le regole di comportamento per evitare i contagi, cioè il distanziamento e l’uso della mascherina.