Scomparsi

Denise Pipitone, il commento di Piera Maggio sull’inserimento di Anna Corona nel registro degli indagati: “Aberrante”

Come il suo legale, Piera Maggio non è felice di come si siano svolte le dinamiche dell'annuncio
Piera Maggio commenta l'indiscrezione su Anna Corona

Anche Piera Maggio, come il suo legale Giacomo Frazzitta, ha commentato l‘inserimento di Anna Corona e Giuseppe Della Chiave nel registro degli indagati. Una notizia rilanciata nella serata di venerdì dalla trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi su rete 4, Quarto Grado, che da settimane (come molte altre) sta seguendo la vicenda. Insieme ad Anna Corona c’è Giuseppe Della Chiave, nipote dell’anziano sordomuto che aveva raccontato di averlo visto con la piccola Denise, dopo il rapimento, in un magazzino.

Piera Maggio non ha reagito bene alla diffusione della notizia, affermando di averlo appreso lei stessa dalla televisione.

Nel suo commento la mamma di Denise Pipitone ha ribadito il suo appello a lasciare che la procura faccia il suo lavoro indisturbata.

Piera Maggio commenta l’annuncio su Anna Corona

Piera Maggio ha rilasciato una veloce dichiarazione all’AdnKronos, come il suo legale Giacomo Frazzitta, affermando di essere aberrata dal fatto di aver appreso la notizia dalla tv.

Ho appreso la notizia da una trasmissione televisiva, lo trovo aberrante, anche per gli stessi indagati” ha detto in riferimento ad Anna Corona e Giuseppe Della Chiave.

Lasciamo che la Procura di Marsala faccia il suo lavoro” ha poi aggiunto.

L’unica speranza di Piera Maggio è riabbracciare sua figlia Denise

Anche Piera Maggio, come il suo avvocato Giacomo Frazzitta, ha ribadito che il suo unico obiettivo da 17 anni è quello di riabbracciare sua figlia Denise Pipitone: “La speranza di riabbracciare la mia bambina, che oggi è una bellissima ragazza di quasi 21 anni, non è mai venuta meno. Continuerò a lottare per questo. Siamo qui ad attendere che Denise venga ritrovata e portata a casa“.

Su quanto emerso e reso noto dalla trasmissione Quarto Grado, Piera Maggio ha aggiunto: “Se fosse confermata, ancora un volta, dopo 17 anni si tornerebbe a indagare sulle stesse persone coinvolte in un primo momento della vicenda. Insomma, sempre la stessa direzione. Quello che noi ci auguriamo è di ritrovare Denise, che si faccia luce finalmente su uesta storia e si possa arrivare alla verità” ha concluso ad Adn Piera Maggio.

Potrebbe interessarti