Programmi TV

Eurovision Song Contest, la frenesia sui social: dall’ironia di Emma per i Maneskin al tifo per l’Ucraina

L'Eurovision si gode anche sui social, dove tifo e speranze si incontrano con i giudizi taglienti sui concorrenti. Vip o no, l'Italia sostiene compatta i Maneskin, ma non mancano sorprese
eurovision sui social

L’Eurovision Song Contest è il momento in cui l’Europa si unisce in una sana competizione (canora) e il sentimento di ritrovata unità nel segno del tifo lo si ritrova tutto sui social. L’edizione dell’Eurovision sta collezionando milioni di interazioni e dall’Italia vip e non si ritrovano per commentare quello che accade in gara.

Non solo l’incitamento per i rappresentanti nazionali, i Maneskin, ma anche l’attenta analisi degli altri concorrenti, anche perché le regole vietano di votare per il proprio Paese. Emergono dalla marea social risvolti inaspettati sull’Eurovision Song Contest 2021.

Il sostegno ai Maneskin: l’ironico tweet di Emma

Ha iniziato questo pomeriggio Emma Marrone, che ha twittato il suo sostegno ai Maneskin, dati per favoriti, con un’ironico tweet.

Un grande in bocca al lupo ai @thisismaneskin ! Siete pazzeschi… e ricordatevi che peggio del mio 21º posto c’è solo la birra calda! Spaccate tutto“, ha cinguettato la cantante, che ha partecipato all’Eurovision nel 2014.

Il tweet di Emma sui Maneskin

Elettra Lamborghini sceglie invece le Storie Instagram per supportare la band italiana, con un “Daje ragaaa” e foto insieme.

La Storia di Elettra Lamborghini
La Storia di Elettra Lamborghini

Il tifo per l’Ucraina che fa impazzire i social

Se non si può votare per i Maneskin si cerca almeno qualcuno a cui affezzionarsi. Per l’Eurovision 2021 la scelta sembra essere andata sull’Ucraina, che gareggia con il brano Shum, dei Go_A, non a caso in testa alla Viral Top 50 di Spotify Italia.

A conquistare sia la canzone che la coreografia, i flauti e i look, e sono immediatamente partiti meme e video amatoriali sull’effetto “trip” della band. C’è chi si augura che l’Ucraina arrivi seconda (ovviamente) dopo l’Italia.

Anche Nicola Favino non trattiene il suo giudizio un po’ sibillino: “#Ukraine con quella punta di #vocibulgare che fa molto pippero“.

Anna Pettinelli asfalta i francesi

Meno graditi sono invece i francesi, almeno per Anna Pettinelli, intransigente insegnante della scuola di Amici. “Ma i francesi da 150 anni cantano sempre uguali? Tolte quelle della scuola dei grandi dj e loro produzioni e le contaminazioni afro, una volta che ne hai sentita una le hai sentite tutte. Forza Maneskin!!!Fate la differenza“, twitta la conduttrice.

Potrebbe interessarti