Cronaca Italia

Incidente funivia Stresa-Mottarone, almeno 9 le vittime: sopravvissuti due bambini di 9 e 5 anni

Sale il bilancio delle vittime per l'incidente alla funivia Stresa-Mottarone, in provincia di Verbania, dove una cabina è precipitata lungo la funivia. Sopravvissuti in gravi condizioni due bambini, uno dei quali avrebbe ripreso conoscenza
Incidente alla funivia Stresa-Mottarone

Sarebbero due bambini di 5 e 9 anni gli unici sopravvissuti all’incidente della funivia del Mottarone, nella zona di Stresa, comune sul Lago Maggiore. Questa mattina, i cavi che sostenevano la cabina della funivia hanno ceduto nell’ultimo tratto della salita, facendola precipitare nel vuoto.

Le vittime sarebbero 9, ma l’aggiornamento potrebbe non essere definitivo. I bambini, in gravi condizioni, sono stati trasportati all’ospedale di Torino. Il governatore del Piemonte Alberto Cirio si sta dirigendo sul luogo della tragedia, così come il ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini e il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio.

Funivia Stresa-Mottarone, precipita la cabina: 9 morte

Sarebbero state 11 le persone presenti nella cabina della funivia diretta alla cima del monte Mottarone, nella provincia di Verbania. L’incidente è avvenuto quasi al termine del percorso, a circa 100 metri all’ultimo pilone: la fune si è spezzata, facendo precipitare la cabina, che si è accartocciata contro gli alberi, per diverse centinaia di metri.

Le vittime dell’incidente sul Mottarone sarebbero 9, mentre due bambini di 5 e 9 anni sarebbero gravi ma salvi, e sono stati trasportati con l’elisoccorso in codice rosso all’ospedale di Torino.

Uno dei due avrebbe ripreso conoscenza. Presenti sul posto il Soccorso Alpino, i Vigili del Fuoco, il 118 e i Carabinieri.

Funivia precipitata, Stresa-Mottarone: le prime immagini dal luogo della tragedia

Si indaga sulle dinamiche dell’incidente sul Mottarone

Secondo le prime notizie, l’impianto della funivia sarebbe stato rinnovato nel 2016 con un ammodernamento della struttura. Anche le cabine sarebbero state sostituite, ma sulle condizioni effettive indagherà la Procura.

La funivia, usata per arrivare a circa 1400 metri sulla cima del Mottarone, è stata riaperta il 24 aprile dopo la chiusura per il Covid-19.

tweet dei vigili del fuoco

Alberto Cirio sul luogo della tragedia

Il presidente del Piemonte Alberto Cirio sarebbe in viaggio verso Stresa: “Siamo sconvolti per l’incidente avvenuto oggi sulla funivia del Mottarone. Ci stringiamo forte alle famiglie delle vittime e preghiamo per i due bambini feriti con ogni speranza possibile nel cuore. È una tragedia enorme che ci toglie il fiato. La Protezione civile regionale è sul posto per aiutare i soccorsi e dare tutto il proprio sostegno“, ha scritto su Facebook.

Il post di Alberto Cirio
Il post di Alberto Cirio

Potrebbe interessarti