concorrente paralizzato dopo incidente a Ciao Darwin: 4 indagati

Novità nel caso del concorrente di Ciao Darwin paralizzato a seguito di un incidente sui rulli del “Genodrome”: 4 persone rischierebbero di finire a processo per lesioni gravissime in merito alla caduta che, nel 2019, ha coinvolto Gabriele Marchetti, rimasto tetraplegico.

Concorrente paralizzato dopo incidente a Ciao Darwin: 4 a rischio processo

Gabriele Marchetti, 56 anni, è stato concorrente di Ciao Darwin nel 2019 e il suo nome è balzato in testa alle cronache per l’incidente sui rulli del gioco “Genodrome” che gli sarebbe costato la paralisi.

Da allora l’uomo sarebbe rimasto tetraplegico e, oltre al duro corso della storia dal punto di vista personale, potrebbe aprirsi pagina giudiziaria con un processo per lesioni gravissime a carico di 4 persone.

Il caso in questione riguarda la drammatica caduta dell’allora 54enne durante le registrazioni della famosa trasmissione di Paolo Bonolis e Luca Laurenti, e ora, a 2 anni dai fatti, la Procura di Roma avrebbe provveduto all’atto di chiusura delle indagini. Uno step che, sottolinea Ansa, precede la richiesta di rinvio a giudizio.

Incidente a Ciao Darwin: le indagini

I pm di Roma avrebbero quindi chiuso le indagini e, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa, a rischiare il processo sarebbero 2 rappresentati della società Rti, produttrice della trasmissione in onda su Canale 5, il titolare della società produttrice dell’attrezzatura usata per il gioco e la titolare della società che avrebbe dovuto selezionare i concorrenti dello show.

Gabriele Marchetti era rimasto gravemente ferito dopo aver perso l’equilibrio ed essere poi caduto mentre saltava da un rullo all’altro come previsto dal gioco “Genodrome” di Ciao Darwin.

L’uomo, stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, sarebbe costretto su un letto dal 17 aprile 2019 proprio a causa dell’incidente.

Sotto la lente degli inquirenti sarebbero finiti i rischi della prova e il mancato addestramento del concorrente per superarla. Nel 2019, dopo l’accaduto, il conduttore Paolo Bonolis era intervenuto sull’incidente con un discorso davanti alle telecamere dello stesso programma, sottolineando la vicinanza al concorrente coinvolto e alla famiglia.