levante parla del fidanzato pietro palumbo

Claudia Lagona, meglio nota come Levante, si sbottona un po’ di più sulla sua vita privata e sulla nuova storia che porta avanti ormai da un po’ di tempo. In una lunga intervista, la cantautrice ha parlato del suo compagno, Pietro Palumbo, che nonostante la riservatezza ora ha una nome e un volto. Nel passato di Levante, c’è stata invece la relazione con il vincitore di Sanremo, Diodato.

L’8 giugno uscirà in libreria il 3º romanzo di Claudia Lagona, per tutti celebre cantante Levante. Un libro che ha molto a che fare con lei, con la sua vita e le sue relazioni rilasciata in occasione del lancio di E questo cuore non mente

Levante, la cantante racconta la storia con Pietro Palunbo

Durante una partecipazione al programma Verissimo nel febbraio 2020, Levante aveva confessato a Silvia Toffanin di essere molto innamorata e che con il celebre cantante Diodato, suo compagno tra il 2017 e il 2019, era nata un’amicizia.

Il nome del nuovo fidanzato era rimasto segreto e così è stato ancora per molto tempo. Ora però, a causa di alcuni scatti rubati e grazie all’intervista rilasciata al Corriere della sera, sappiamo che il suo nome è Pietro Palumbo. Si tratta di un avvocato siciliano, di Palermo, estremamente riservato e che non ama i social.

 

La cantante confessa: “Stiamo insieme da quasi due anni. Cerco di proteggerlo, e le uniche foto che sono uscite sono state rubate. Ho peccato di ingenuità: mi sono fidata di una famigliola. Quando ho visto lei allontanarsi con il telefonino ho pensato: ‘Lasciamole il suo momento di gloria con gli amici su WhatsApp’. Non pensavo che avrebbe venduto le foto a un settimanale” ha dichiarato

Rispetto al loro incontro casuale racconta: “È stato un grandissimo colpo di fortuna. Quella sera ero arrabbiatissima e un amico mi propose di uscire a mangiare. Poi ritrattò, si era scordato di una cena di compleanno.

E lì mi sono trovata a tavola con questo dio siciliano, di una bellezza non comune”. E conclude: A”.

Levante, la perdita del padre e il racconto tramite Anita

La passione per la scrittura di libri è nata tempo fa in Levante. La cantante siciliana –  torinese d’adozione e dal 30 aprile cittadina milanese – ha già all’attivo 2 romanzi. Il 3º, E questo cuore non mente è uscita nei prossimi giorni ed è indubbiamente il più intimo.

Anita è la protagonista e con Levante condivide la perdita del padre a soli 9 anni a causa di un tumore. Anche Anita decide di intraprendere un percorso di psicoterapia, così come Levante ha fatto a partire da gennaio 2021.

Ferruccio, il terapeuta, fuma la pipa e, come sottolinea la cantante nell’intervista: “Mio padre fumava la pipa, e l’accendeva con dei piccoli baci, come fa Ferruccio nel romanzo”. 

Anita si innamora poi di un giornalista-autore di nome Marco che ricorda un po’ Diodato. Rispetto all’episodio del romanzo La chiave nel tombino, Levante confessa: “È la cosa più vera che lo riguarda. Sapevo che in molti avrebbero fatto questa associazione, era inevitabile: lui si rivedrà in alcune cose, in altre no”.

Approfondisci

“Antonio”, la canzone-dedica di Levante a Diodato parla del loro amore: “Sei stato tu a salvarmi”