Maneskin accusati di plagio

Maneskin accusati di plagio per Zitti e buoni, canzone che li ha portati al trionfo a Sanremo e all’Eurovision Song Contest 2021. La band era finita nel vortice delle polemiche in Francia per l’accusa infondata al frontman Damiano David sul presunto consumo di droga durante l’evento di Rotterdam, poi nettamente demolita dai fatti. Stavolta, sarebbero alcuni colleghi olandesi a lanciare un sasso nell’arena della discordia.

Maneskin accusati di plagio per Zitti e buoni

Nuovo caso contro i Maneskin dopo le infondate accuse sul presunto uso di cocaina all’Eurovision Song Contest. La band italiana sarebbe finita al centro dei sospetti in Olanda per l’ipotesi di plagio con il loro successo Zitti e buoni.

Dopo la vicenda francese passata alle cronache come “cocagate“, ormai archiviata dopo essere stata demolita dai fatti – non ultimo l’esito cristallino dei test antidroga cui si è sottoposto Damiano David -, adesso la band, fresca di trionfo a Rotterdam, sarebbe finita nuovamente nel mirino.

Maneskin accusati di plagio: sotto la lente il brano dei The Vendettas

Come riportano Ansa e Adnkronos, il caso sarebbe stato sollevato dopo l’intervento di Joris Lissens, membro del gruppo The Vendettas, all’emittente olandese Rtl.

L’artista avrebbe detto che la canzone con cui i Maneskin hanno vinto a Rotterdam, il 22 maggio scorso, Zitti e buoni, gli avrebbe ricordato un hit della sua band intitolata You want it, you’ve got it.

Il gruppo, avrebbe precisato Rtl, non intenderebbe però avviare alcuna azione contro i vincitori dell’Eurovision Song Contest 2021: “Questi ragazzi non sono nati quando avevamo questa rock band“, avrebbe aggiunto Lissens.

La canzone in questione, riporta ancora Adnkronos, è stata incisa nel 1994 e le parole spese da Lissens avrebbero avuto un’eco importante in Belgio e in Francia, dove a margine del trionfo dei Maneskin hanno attecchito le infondate ipotesi sul cantante e il presunto uso di droga durante il contest.

Guarda il video: