Giornata Mondiale degli Oceani 2021: perché il World Ocean Day si festeggia l'8 giugno, la storia

Oggi, 8 giugno, si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani. Un avvenimento importante che ogni anno mette insieme le migliori menti del pianeta da grandi scienziati, imprenditori di medie e grandi aziende e ambientalisti che si riuniscono per cercare di trovare nuove soluzioni per salvaguardare il nostro patrimonio blu.

Giornata Mondiale degli Oceani: la storia

L’evento ha una storia lunga. È stato il Canada che più volte e in più modi ha voluto porre sotto l’attenzione del mondo il problema della precarietà delle condizioni ambientali degli oceani. Nel 1992 il Centro Canadese per lo sviluppo degli Oceani ha proposto, all’Earth Summit di Rio de Janeiro, che venisse istituita una giornata mondiale degli oceani ma soltanto nel 2008 le Nazioni Unite hanno definitamente istituito il World Ocean Day.

La pandemia ha reso questo evento completamente virtuale e quindi accessibile da chiunque. Quest’anno, giunto ormai alla 13 edizione, si è scelto come tema principale dell’evento Vita e Mezzi di Sussistenza.

Gli oceani sono in pericolo

La Giornata mondiale degli oceani è sicuramente un’ottima occasione per spostare l’attenzione sul un problema troppo spesso ignorato o silenziato dando adito a riflessioni disparate sulla sua cruciale e importantissima salvaguardia.

Distribuiti per il 70% della superficie terrestre, gli oceani producono il 50% dell’ossigeno sulla Terra e assorbono il quasi 25% di anidride carbonica.

Eppure secondo l’Oceanic Global, organizzatore della Giornata Mondiale, il 93% del pescato viene sovrasfruttato; ogni secondo nel mare entra una quantità di plastica paragonabile ad un intero camion e, continuando di questo passo, il 90% della barriera corallina entro il 2050 potrebbe scomparire in maniera irreversibile. Questi sono solamente alcuni dei numeri che ci mettono in condizione di pensare e credere fortemente che i nostri oceani siano in serio pericolo così come tutti gli esseri viventi che lo abitano.

Approfondisci

Cambiamenti climatici: da 0 a 500 euro quanto pagheresti per avere un mare pulito?