Mara Venier, il calvario dopo l'intervento:

Preoccupano le condizioni di salute di Mara Venier che già nei giorni scorsi si era mostrata sui social direttamente dal letto d’ospedale dove era stata ricoverata, a Roma, a seguito di un intervento ai denti andato male. Un intervento durato ore per un impianto che ha avuto conseguenze drammatiche per la conduttrice che si trova tuttora in ripresa dopo essersi dovuta rivolgere ad un altro medico per la rimozione immediata dell’impianto. Contrariamente a quanto auspicato e sperato dalla stessa conduttrice, Mara Venier per questioni di salute serie non potrà condurre la prossima puntata di Domenica In prevista domenica 13 giugno.

Mara Venier, l’intervento e la lesione del nervo

A fatica Mara Venier è riuscita a raccontare cosa le è accaduto in questi giorni d’inferno che hanno avuto inizio dopo un lunghissimo intervento ai denti a cui si era sottoposta lunedì scorso. “Sono arrivata in studio (per ora non dico nome e indirizzo) alle 9:30… sono uscita alle 17:30, dopo ore. Da quel momento ho perso completamente la sensibilità di parte del mio viso, bocca, gola, labbra mento“, aveva raccontato su Instagram la Venier che si era poi dovuta rivolgere con urgenza ad un chirurgo maxillo facciale per nuovo intervento di rimozione dell’impianto.

Intervistata da Il Corriere della Sera, dimessa dall’ospedale di Roma, la Venier racconta l’accaduto e svela le sue condizioni di salute non ottimali che non le permetteranno di andare in onda domenica con la sua Domenica In: “Quell’intervento ai denti mi ha rovinato la vita. Ora è un incubo: non riesco a dormire e a mangiare“.

Al momento Zia Mara, come tutti la chiamano, si troverebbero a letto alle prese con una dolorosa paresi facciale causata dall’intervento dentistico. “Sto malissimo, è un incubo. La vita mi è cambiata in un secondo – ha raccontato la conduttrice – Sono tornata a casa ma sono distrutta.

Ho una paresi totale a tutta la faccia, bocca naso e guancia. Zero sensibilità“. Stando a quanto raccontato dalla Venier, nel primo intervento le sarebbe stato lesionato un nervo: “Sono piena di antibiotici e cortisone. Sto sveglia tutte le notti, non riesco a dormire. Mangio solo gelati. Stamattina alle 4 mettevo a posto gli armadi per non impazzire“.

Il primo intervento, l’errore e la rimozione dell’impianto

Quanto all’intervento, la Venier racconta di un problema a un dente e di un intervento che sarebbe dovuto durare poco tempo quando invece si è protratto per 8 ore.

Poi il ritorno a casa e l’effetto dell’anestesia che non passava: “Avevo sempre la faccia bloccata. Ho chiamato il dentista più volte ma mi rassicurava dicendomi che è normale in interventi come questi“. Rivoltasi al chirurgo maxillo-facciale a fronte di un peggioramento che faceva presumere un serio problema, la Venier è stata sottoposta ad un esame neurologico e operata nuovamente in tempi brevissimi, venerdì. “Un lungo intervento durante il quale mi hanno tolto quell’impianto messo dal dentista. Era quello che aveva lesionato il nervo. Il problema è che avrebbe dovuto essere rimosso subito – racconta la Venier a Il Corriere della Serainvece purtroppo sono trascorsi 5 giorni“.

Le conseguenze dell’intervento: salta Domenica In e si preannunciano azioni legali

C’è molta preoccupazione ora per la Venier che spera che il nervo si riprenda in autonomia: “Spero che non ci sia bisogno di un intervento di microchirurgia per ‘aggiustarlo’. Il chirurgo spera davvero di non dover intervenire“. Per tutti questi motivi, come purtroppo temeva, i tempi di ripresa si allungheranno trascinandosi probabilmente per mesi. Salta sicuramente l’appuntamento di Mara Venier al timone di Domenica In domenica 13 giugno e la speranza al momento è quella di riuscire ad andare in onda il 20 giugno già memore delle difficoltà riscontrate domenica scorsa con continui attacchi di panico per paura di non riuscire a parlare e le lacrime asciugate nel camerino da Coletta.

Al fianco di Mara Venier continua a esserci il compagno Nicola che la supporta in questo momento nonostante preferisca rimanere da sola: “Riesco solo a stare coi medici. Il dottor Valentini e la sua équipe sono unici, riescono a sostenermi. Sentono che è vicino il crollo psicologico“. Quanto ovviamente a che tipo di risvolto avrà quanto accaduto, Mara Venier lascia intendere che una volta superato l’incubo e rimessasi in salute, si passerà quasi sicuramente alle vie legali: “Farò tutto quello che ci sarà da fare. E vedrete, ci saranno risvolti molto seri di cui ora non posso parlare“.