Cronaca Nera

16enne trovata senza vita in una scarpata nel Bolognese: un minorenne nel mirino delle indagini

Ci sarebbe un indagato nell'ambito dell'attività investigativa sul caso della 16enne Chiara Gualzetti, trovata morta in una scarpata
Chiara Gualzetti morta nel Bolognese: indagato minorenne

Ci sarebbe una nuova svolta nelle indagini sul caso di Chiara Gualzetti, la 16enne trovata senza vita in una scarpata poche ore fa, nel Bolognese, a quasi un giorno dalla sua scomparsa. La ragazza, il cui corpo è stato scoperto in zona Monteveglio, territorio di Valsamoggia, secondo chi indaga sarebbe stata uccisa e i sospetti si concentrerebbero su un minorenne.

Chiara morta a 16 anni e trovata in una scarpata: sospetti su un minorenne

Nel caso della 16enne Chiara Gualzetti le novità d’indagine si susseguono a ritmo serrato, così come le indagini sulla sua morte.

La ragazza, trovata senza vita vicino a un bosco in zona Monteveglio, nel territorio bolognese di Valsamoggia, quasi 24 ore dopo la scomparsa da casa, sarebbe stata vittima di un omicidio.

I sospetti degli inquirenti convergerebbero su un minorenne, secondo quanto emerso sottoposto a interrogatorio nel corso del quale avrebbe fatto alcune prime ammissioni. Sul cadavere della giovane, individuato durante le ricerche a circa un chilometro dall’abitazione in cui viveva con i genitori, sarebbero state rilevate ferite da arma da taglio a carico di gola e torace, compatibili con alcune coltellate.

Al caso lavorano la Procura ordinaria e quella per i minorenni di Bologna, che coordinano i carabinieri. Fin dalle prime battute d’indagine, infatti, non sarebbe stato escluso il coinvolgimento di un minore nel delitto.

Morte di Chiara Gualzetti: la scomparsa prima della fine

Di Chiara Gualzetti si sarebbero perse le tracce nella giornata di domenica, quando, uscita di casa, non vi avrebbe fatto più ritorno. Dopo l’allarme lanciato dai genitori – il telefono della 16enne sarebbe risultato sempre spento – il via alle ricerche.

Non sarebbe ancora chiaro da quanto tempo il corpo della 16enne si trovasse nel luogo in cui è stato ritrovato. Nel fuoco delle indagini un presunto appuntamento con un amico risalente proprio alla finestra temporale in cui sarebbe scomparsa.

L’appello per ritrovare la 16enne era stato rilanciato sui social anche dal sindaco di Valsamoggia, Daniele Ruscigno. Lo stesso primo cittadino, attraverso una nota diffusa su Facebook, ha commentato il dramma di Chiara Gualzetti: “La ricerca termina purtroppo in tragedia.È stato ritrovato senza vita il corpo durante le ricerche sul campo avviate nel pomeriggio da parte di tutte le autorità competenti, coaudiuvate da un numeroso gruppo di volontari cittadini che ringrazio.

Una tragedia per tutta la famiglia e per l’intera comunità. Le indagini sulle cause del decesso sono in corso“.

Potrebbe interessarti