Chiara Gualzetti, amico confessa

È notizia di questa mattina che l’amico minorenne di Chiara Gualzetti, la ragazza uccisa e trovata morta a Monteveglio, nel Bolognese, è stato fermato. La giovane era stata trovata nelle scorse ore a qualche centinaia di metri da casa dopo lunghe ricerche in una scarpata con dei segni da taglio. Nelle scorse ore, il ragazzo è stato interrogato dai carabinieri, coordinati dalla Procura per i minorenni di Bologna, e ha confessato il delitto.

Chi è l’amico della 16enne che ha confessato

Il minorenne aveva un appuntamento con la vittima ed è stato l’ultimo che l’ha incontrata prima che lei sparisse nel nulla.

È l’ultimo che l’ha vista secondo quanto emerge dalla denuncia di scomparsa“, ha spiegato un inquirente ad Adnkronos. Il minore sarebbe finito presto tra i sospettati, e l’interrogatorio e le domande degli inquirenti hanno portato a galla quanto successo: il giovane ha confessato di aver colpito più volte l’amica. Vista la situazione al caso lavora anche la procura per i minorenni che dovrebbe adottare un provvedimento restrittivo.

La scomparsa di Chiara Gualzetti

Chiara Gualzetti era scomparsa nella giornata di domenica, quando, uscita di casa, non avrebbe fatto più ritorno. I genitori, preoccupati, hanno dato immediatamente l’allarme facendo scattare le ricerche nella zona.

Il telefono della 16enne sarebbe risultato sempre spento. L’appello per ritrovare la 16enne lo aveva lanciato anche il sindaco di Valsamoggia, Daniele Ruscigno, sui social. Era stato sempre lui a rivelare l’epilogo drammatico delle ricerche della giovane: “La ricerca termina purtroppo in tragedia. È stato ritrovato senza vita il corpo durante le ricerche sul campo avviate nel pomeriggio da parte di tutte le autorità competenti, coaudiuvate da un numeroso gruppo di volontari cittadini che ringrazio. Una tragedia per tutta la famiglia e per l’intera comunità.

Le indagini sulle cause del decesso sono in corso“, aveva scritto. Poi la notizia che Chiara avrebbe dovuto vedere un amico, l’interrogatorio del giovane e infine la confessione.