Gossip

Le ultime disposizioni di Raffaellà Carrà prima di morire: era pronta ad andarsene

Raffaella Carrà era malata da tempo ma, come raccontato nel comunicato, ha affrontato gli ultimi momenti con coraggio e lucidità
Raffaella Carrà, le ultime disposizioni

Oggi la tv italiana è orfana di madre, Raffaella Carrà ci ha lasciati a 78 anni dopo una lunga lotta contro la malattia. La regina della televisione, una donna che brillava di luce prorpia com una stella, non c’è più. Come scritto nel suo comunicato da Iapino: “È andata in un mondo migliore“, ma era pronta a farlo.

Proprio nel lungo testo reso noto dal compagno di vita e avventura lavorativa di Raffaella Carrà, la conduttrice era pronta e aveva lasciato disposizione su cosa fare dopo che se ne fosse andata. Al momento però, la famiglia non ha reso noto né la data né il luogo previsto per le esequie.

Le ultime disposizioni di Raffaella Carrà

Raffaella Carrà da tempo lottava contro una malattia che non le ha lasciato scampo. L’ha affrontata con forza e coraggio, caratteristiche tra le tante che l’hanno contraddistinta. Nel lungo comunciato pubblicato dall’Ansa e scritto da Sergio Iapino, si legge: “(…)Nelle sue ultime disposizioni Raffaella ha chiesto una semplice bara di legno grezzo e un’urna per contenere le sue ceneri. Nell’ora più triste, sempre unica e inimitabile, come la sua travolgente risata.Ed e’ cosi’ che noi tutti vogliamo ricordarla.

Ciao Raffaella“.

La lunga malattia di Raffaella Carrà

Da tempo Raffaella Carrà lottava contro una terribile malattia, anche se non è stato reso noto quale fosse. Nonostante il dolore e la sofferenza, la regina della televisione italiana ha affrontato tutto con coraggio; sempre nel comunicato si legge: “Una forza inarrestabile la sua, che l’ha imposta ai vertici dello star system mondiale, una volontà ferrea che fino all’ultimo non l’ha mai abbandonata, facendo si che nulla trapelasse sulla sua sofferenza.L’ennesimo gesto d’amore verso il suo pubblico e verso coloro che ne hanno condiviso l’affetto, affinché il suo personale calvario non avesse a turbare il luminoso ricordo di lei.

(…)Nell’ora più triste, sempre unica e inimitabile, come la sua travolgente risata. Ed è così che noi tutti vogliamo ricordarla. Ciao Raffaella“.

Potrebbe interessarti