TV e Spettacolo

Raffaella Carrà: la malattia tenuta nascosta e la causa della morte della regina della televisione

Raffaella Carrà aveva deciso di tenere nascosta la sua malattia fino alla fine e la sua morte ha stupito tutti tranne le persone che teneva più vicine
raffaella carrà morte

Il 5 luglio 2021 il mondo da dovuto dire addio a Raffaella Carrà. Una morte che ha colto tutti di sorpresa, arrivata dopo una malattia tenuta nascosta dalla regina della televisione italiana che aveva voluto mantenere il più stretto riserbo, un gesto che molti hanno definito come l’ultimo regalo alle persone che la conoscevano. La Carrà è a 78 anni, dopo la notizia, stando alle informazioni che si sono diffuse dopo la morte, di un tumore al polmone.

Raffaella Carrà e la malattia tenuta nascosta

Sergio Iapino, storico compagno (e collega) della showgirl aveva commosso tutto e rivelato fin da subito di una malattia: “Raffaella Carrà è morta per una malattia che da qualche tempo aveva attaccato quel suo corpo così minuto eppure così pieno di straripante energia“.

La malattia non è stata resa nota ufficialmente anche se poco dopo si è cominciato a parlare di un tumore al polmone. La regina della tv aveva “una volontà ferrea che fino all’ultimo non l’ha mai abbandonata, facendo si che nulla trapelasse della sua profonda sofferenza. L’ennesimo gesto d’amore verso il suo pubblico e verso coloro che ne hanno condiviso l’affetto, affinché il suo personale calvario non avesse a turbare il luminoso ricordo di lei“.

La Carrà e il tumore

A parlare per primo di tumore al polmone è stato Dagospia: “La conduttrice era malata di tumore ai polmoni, e non voleva vedere nessuno, tranne i familiari, gli assistenti e le persone a lei più care, come Sergio Japino. A seguirla nella terapia era stato il professor Paolo Marchetti, uno degli oncologi romani più apprezzati“.

A seguire, ha parlato anche il professor Giacomo Mangiaracina dell’Università La Sapienza durante la trasmissione Genetica Oggi su Radio Cusano Campus, ha parlato di nuovo di cancro ai polmoni specificando: “La mamma di Raffaella è morta a 63 anni proprio di tumore al polmone quindi si tratta prima di tutto di una questione genetica“.

E ancora: “Purtroppo il fumo ci ha portato via Raffaella con 10 anni d’anticipo“.

Potrebbe interessarti