Politica

Ddl Zan, il Senato respinge le pregiudiziali di costituzionalità presentate da Fratelli d’Italia e Lega

L'Aula del Senato ha respinto le pregiudiziali di costituzionalità avanzate da Lega e Fratelli d'Italia sul ddl Zan

L’Aula del Senato ha respinto le pregiudiziali di costituzionalità avanzate da Lega e Fratelli d’Italia sul Ddl Zan. “Avanti”, commenta Alessandro Zan dopo la bocciatura di quanto avanzato dal centrodestra, e si torna in discussione domattina. Comunicato l’esito del voto, la presidente Casellati ha chiuso la seduta.

Ddl Zan, respinta la pregiudiziale di costituzionalità presentata da Fdi e Lega

Con 136 voti contrari, 124 a favore e 4 astenuti, l’Aula del Senato ha bocciato le pregiudiziali di costituzionalità avanzate da Lega e Fratelli d’Italia sul ddl Zan.

La presidente Casellati, dopo la bagarre esplosa durante la discussione, ha chiuso la seduta all’esito del voto.

Il caos intorno alla discussione ha visto la presidente Casellati costretta a convocare la capigruppo per decidere le votazioni sulle pregiudiziali. Quella presentata dal Centrodestra è stata respinta ed è stato fissato il termine per la presentazione degli emendamenti. Si passa la voto sulle sospensive, poi comincerà la discussione generale del provvedimento.

Ddl Zan al Senato a 8 mesi dal voto alla Camera

Il Ddl Zan è arrivato al Senato a 8 mesi dal voto alla Camera.

 L’esame del testo continuerà a Palazzo Madama, senza stop o rinvio in commissione Giustizia. Lo ha stabilito, riporta Skytg24, la capigruppo del Senato dopo che la seduta era stata sospesa. La capigruppo era stata convocata dal presidente del Senato, Elisabetta Casellati, a margine del’intervento del presidente della commissione Giustizia, Ostellari: “Invito la presidenza a convocare una conferenza della capigruppo per valutare se c’è la disponibilità a continuare quel dialogo che avevamo intrapreso in quel tavolo politico che aveva dato ottimi frutti e sulla base del quale, secondo me in 15 giorni, potremmo arrivare a un testo condiviso (…)“.

Ddl Zan torna in Aula domattina

Giornata positiva. Il voto sulle pregiudiziali dimostra che anche al Senato c’è una maggioranza che può tranquillamente approvare il ddl Zan. Avanti per estendere tutele e diritti delle persone”. Questo, su Twitter, il commento della presidente dei senatori del Pd Simona Malpezzi. “Il Senato ha respinto le pregiudiziali di costituzionalità al ddlZan presentate da Fratelli d’Italia e dalla Lega.
Avanti
“, ha commentato Alessandro Zan sempre via Twitter.

Terminato il voto sulla pregiudiziale, domani mattina, per le 9.30, è previsto il ritorno in Aula con l’esame della richiesta di sospensiva. Il termine per gli emendamenti è stato fissato per il prossimo 20 luglio: le proposte di modifica al ddl Zan vanno presentate entro le ore 12.

Potrebbe interessarti