Scomparsi

L’ex pm Angioni sul caso Denise Pipitone non torna indietro e afferma: “Diritto a giustizia e verità”

L'ex pm Angioni non sembra intenzionata a fare un passo indietro sulle sue dichiarazioni
Denise Pipitone: parla il pm Maria Angioni, indagata

L’ex pm Maria Angioni è tornata a parlare del caso Denise Pipitone e la situazione che la vede protagonista; Angioni rischia infatti il rinvio a giudizio con l’accusa di false dichiarazioni a pubblico ministero. Il tutto riguarda le sue dichiarazioni fatte in tv in merito a cosa possa essere successo a Denise; Angioni aveva infatti detto che la bambina scomparsa da Mazara del Vallo il 1 settembre 2004, oggi sarebbe ancora viva, sposata e con una figlia.

L’ex pm Maria Angioni ha ribadito che non intende tornare indietro sui suoi passi e che non ha paura di andare a processo, anzi, lo preferisce.

L’ex pm Angioni: “Io voglio il processo”

Con un lungo post pubblicato sul suo profilo Facebook ha condiviso una riflessione in merito alla sua situazione e alla vicenda che riguarda Denise Pipitone: “Se ritrattassi, e abiurando dichiarassi che quanto ho detto al PM non è vero, il procedimento penale a mio carico si chiuderebbe subito.

Io invece mi sto studiando e valuterò tutti gli atti, anche quelli contenuti nei numerosi stralci a mod. 44  e mod. 45 che disposi all’epoca per esigenze di particolare segretezza, e ho già depositato una denuncia penale per falsità materiale in atto pubblico” ha scritto allegando un’immagine che è il quadro Galileo davanti all’inquisizione.

Maria Angioni ha detto di condividere lo stesso desiderio che in molti hanno da 17 anni a oggi: “Io voglio il processo, è una cosa che devo, a me e a tante altre persone che hanno diritto a giustizia e verità“.

Le contestazioni a Maria Angioni

A ridosso della notizia dell’indagine su Maria Angioni, la stessa ai microfoni di Quarto Grado aveva espresso chiaramente il suo punto di vista.

Adesso penso di potermi permettere di parlare, però ci son dei momenti in cui certe reazioni possono essere molto più pesanti(…) Io ho detto mille cose, ma loro mi hanno contestato due fattuncoli, le uniche dove sono riusciti a trovare, secondo loro, una discordanza“, ha detto.

Potrebbe interessarti