Cronaca Italia

Bimbo di due anni schiacciato da un cancello a Budrio: le sue condizioni dopo l’incidente nel cortile di casa

Grave incidente a Budrio, provincia di Bologna: un bimbo di 2 anni è rimasto schiacciato dal cancello scorrevole di casa. Le sue condizioni
bimbo di budrio schiacciato dal cancello di casa

Drammatico incidente quello accaduto nelle scorse ore in provincia di Bologna: un bambino di appena 2 anni è rimasto schiacciato dal cancello mentre si trovava nel cortile di casa. Sul caso stanno indagando le autorità, il bimbo è stato trasportato in ospedale e le sue condizioni dopo l’incidente sarebbero gravi.

Budrio, bimbo schiacciato dal cancello di casa: è grave

Tutto è accaduto nel tardo pomeriggio di ieri a Budrio, comune di circa 20mila abitanti facente parte della città metropolitana di Bologna, dal quale dista meno di 25 chilometri.

Un bimbo di due anni, secondo quando riportato da Ansa, stava giocando nel cortile di casa quando sarebbe stato schiacciato dal cancello scorrevole. Immediato il trasporto all’Ospedale Maggiore della città emiliana dopo la richiesta di soccorsi fatta dai genitori: il bambino sarebbe arrivato al pronto soccorso con un trauma cranico.

Sul momento le sue condizioni sono sembrate subito gravi, ma sarebbero già iniziate a migliorare, tanto che il bimbo di Budrio sarebbe stato trasferito nel reparto di Rianimazione. Nel frattempo, i Carabinieri hanno sequestrato il cancello scorrevole, che sarebbe deragliato dai binari di guida cadendo poi addosso al bambino, che in quel momento si trovava proprio in quella zona.

Caso simile a Treviso nel 2020: il bimbo purtroppo è morto

La vicenda del bambino di Budrio richiama alla memoria un caso simile, accaduto esattamente un anno fa – era fine luglio 2020 – in provincia di Treviso. Un bimbo, in questo caso di 4 anni, era rimasto anch’egli schiacciato dal cancello di casa propria. Dopo una flebile speranza, le sue condizioni si erano rivelate troppo critiche e il giovanissimo è purtroppo morto.

Era abituato a chiudere le porte, probabilmente ha leggermente toccato il cancello anche l’altra sera, quasi di sicuro voleva chiuderlo – aveva dichiarato il padre in quell’occasione – Il cancello era ancora manuale, ma non aveva nessuno stop, nessun tipo di fermo che lo potesse bloccare a fine corsa“.

Pochi mesi prima del tragico incidente in provincia di Treviso, un altro bambino sempre di 4 anni era rimasto schiacciato da un vaso di marmo mentre stava giocando. Incidenti cui è difficile trovare una spiegazione e che possono rivelarsi fatali, nella speranza che questo esito non sia condiviso dal bimbo di Budrio.

Potrebbe interessarti