zona bianca

La curva dei contagi ricomincia a preoccupare anche a causa della corsa della variante Delta. Alcune regioni vedono alzarsi i loro dati come Abruzzo, Campania, Marche e Sicilia e si pensa a una possibile soluzione per prevenire il diffondersi del contagio soprattutto in questo momento di grandi spostamenti. Almeno stando agli ultimi dati, comunque, il rischio sembra ancora lontano. Il parametro che decide la zona gialla, al momento, è di 50 casi ogni 100mila.

Zona gialla: cosa pensano le regioni

L’estate è periodo di grandi spostamenti e di turismo, fermarlo ora non sembra essere nell’interesse di molte regioni meta di questa estate.

La pandemia resta però una realtà con cui fare i conti e mentre la Sardegna si prepara a varare una nuova ordinanza che preveda i tamponi in aeroporti e porti, anche le altre regioni devono attrezzarsi. L’ipotesi di un cambio di colore delle regioni con casi in aumento spaventa infatti molte regioni; Zaia, per esempio, ha già allontanato l’idea: “No a nuove restrizioni con pochi ricoveri“. Il governatore del Veneto ha chiuso la porta alla possibilità di un cambio di colore: “Di fronte ad un aumento del numero di casi asintomatici che è il fenomeno di questi giorni non possiamo pensare a misure di sanità pubblica come quando le strutture ospedaliere erano al collasso.

Oggi in Veneto abbiamo solo 249 ricoveri di malati Covid di cui 16 in terapia intensiva“.

Dello stesso parere anche Giovanni Toti: “Il criterio prominente deve essere quello della pressione ospedaliera. Noi possiamo limitare le libertà dei cittadini, di impresa, di spostamento, di socialità sulla base del confronto con un altro diritto, quello alla salute: nel momento in cui gli ospedali sono vuoti e il diritto alla salute è garantito, ogni azione di limitazione delle libertà sarebbe francamente arbitrario e pretestuoso“, ha detto il governatore della Liguria all’Adnkronos.

Cosa dicono i dati sul Covid

I dati aggiornati al 12 luglio parlano di un incremento dei contagi: nel Molise con il 271%; in Sardegna del +168% e in Veneto del 116%. Al momento sono più di 25 milioni le persone vaccinate contro il Covid in Italia e negli ultimi giorni si è dibattuto anche limitare a chi ha ottenuto il green pass l’accesso a eventi, seguendo il modello francese.