Cronaca Italia

Maltempo, è emergenza sul lago di Como: strade isolate e chiuse. Frana blocca il confine con la Svizzera

Gli esperti sono preoccupati per la grandezza dei massi trascinati a valle dai torrenti
maltempo inghiotte la provincia di Como

Il maltempo è tornato a battere su tutto il nord Italia, questa volta la zona a riportare più danni è quella del lago di Como, travolta da detriti, frane e smottamenti causati dalle forti piogge. I torrenti hanno invaso i centri abitati e hanno trasportato i detriti nel lago; tra le zone più colpite c’è quella di Cernobbio e Briennio.

Da ore sono in corso le operazioni di soccorso e messa in sicurezza dei vigili del fuoco; nelle scorse ore la popolazione era stata invitata a restare in casa e non uscire. L’ondata di maltempo va avanti da diversi giorni ormai, lunedì una violenta grandinata ha colto di sorpresa automobilisti sulla A1, causando gravi danni e tamponamenti.

Disastro a Como per il maltempo

Una serie di violente ondate meteorologiche composte da forti piogge hanno causato gravi danni all’area del comasco. Si contano due sfollati a Monte Olimpino, una situazione critica a Cernobbio, dove le strade si sono trasformate in torrenti in piena che hanno trascinato via anche le auto. E poi ancora a Ponte Chiasso, a Brienno e sul confine, dove è stato chiuso un tratto autostradale.

Frane, inondazioni e smottamenti hanno procurato danni e feriti. Il problema si è creato a causa dei torrrenti di montagna che si sono gonfiati ben oltre il limite trascinando massi e detriti a valle, oltre ad animali che purtroppo non ce l’hanno fatta. Il lago di Como oggi si mostra coperto di detriti, da diverse ore si sta cercando di ripulirlo, ma l’allerta meteo non è ancora passata.

A Briennio massi troppo grandi trascinati a valle

A preoccupare i soccorritori e gli esperti, riferisce SkyTg24, sono i massi che l’acqua ha trascinato a valle, più grandi della norma: questo secondo gli esperti è un fenomeno che va analizzato con la massima attenzione per questioni di sicurezza.

Sempre a Briennio circa 50 persone sono rimaste bloccate all’interno delle proprie case, non solo per il maltempo, bensì per un pericolo di fuga di gas causato da uno smottamento.

Frana blocca il confine con la Svizzera

A causa del maltempo, una frana si è staccata sul confine Svizzero, causando la chiusura in mattinata dell’ultimo tratto dell’A9 all’altezza dell’uscita di Como centro e la dogana Svizzera in direzione Nord. La frana ha invaso il tratto autostradale oltre il confine.

Potrebbe interessarti