Cronaca Italia

A Lecco incubo allagamenti, rischio esondazione a Dervio per la diga di Pagnona: 120 persone evacuate

Paura a Dervio, dove è rischio esondazione per la piena del torrente Varrone che minaccia la diga di Pagnona. Nuovo incubo alluvione sul Lago di Como per i forti temporali
lecco frana alluvione

Mentre il Sud Italia viene flagellato da temperature record e incendi, al Nord continua l’emergenza allagamenti, causati dalle violente piogge. Non si può più parlare di maltempo, ma di un cambiamento climatico che mostra la sua implacabilità nuovamente nella zona del Lago di Como.

Dopo i torrenti in piena che hanno riversato fango e detriti nella zona di Cernobbio e Como, oggi l’allarme scatta a Dervio, provincia di Lecco, sempre sulle sponde di quel lago che attirava turisti da tutto il mondo. Chiusa la Strada Provinciale 62 tra Taceno e Portone, mentre è alta la preoccupazione per la diga di Pagnona, che fa scattare il pericolo esondazioni.

Lecco, allarme esondazione: 120 persone evacuate da un campeggio

Ore di paura a Dervio, provincia di Lecco, dove è scattato l’allarme per la piena del torrente Varrone. Il Comune ha informato che la diga “ha raggiunto i 50 metri cubi al secondo per cui siamo in ALLERTA e rischio esondazione“, invitando le persone a spostare le auto dai box e a non uscire se non strettamente necessario.

Sempre a Dervio, 120 persone sono state evacuate da un campeggio, mentre è stata chiusa la Strada Provinciale, a scopo precauzionale nel tratto Taceno-Portone per il pericolo smottamenti, mentre i detriti hanno invaso le carreggiate tra tra Bellano e Taceno.

Tweet dei Vigili del Fuoco
Tweet dei Vigili del Fuoco

A lavoro i Vigili del Fuoco, che dal pomeriggio rispondo a richieste di interventi a causa dei forti temporali abbattutisi sull’area. Costante il monitoraggio e per il momento, scrive il Comune di Dervio, la situazione è sotto controllo con il transitare della piena, ma rimane pronta a intervenire la Protezione Civile.

La piaga delle piogge e grandinate in Lombardia

Un vero e proprio incubo che non accenna a finire, quello che si vive sul Lago di Como e in altre zone della Lombardia.

La Protezione Civile ha decretato l’allerta arancione per i temporali che si stanno abbattendo in queste ore, e che continueranno domani, su alcune zone lombarde: provincia di Milano, Laghi e Prealpi Varesine, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche.

Il comasco è di nuovo invaso dall’acqua, dopo l’alluvione che ha travolto i comuni del Lago di Como nei giorni scorsi, quando una grandinata record, con chicchi grandi diversi centimetri, ha provocato seri danni a Lambrugo.

La ripresa sembrava a portata di mano, mentre procedeva lo sgombro di fango e detriti, ma oggi, di nuovo, l’acqua è tornata a far paura.

Potrebbe interessarti