Cronaca Italia

Aereo precipitato a Milano, chi sono le vittime della strage: identificato il pilota. Trovata la scatola nera

Chi sono le vittime dell'aereo precipitato a San Donato Milanese: rivelata l'identità del pilota, il 68enne Dan Petrescu, tra i più ricchi immobiliaristi della Romania. Recuperata anche la scatola nera
aereo precipitato a milano, chi sono le vittime

Nuove informazioni sullo schianto dell’aereo privato avvenuto oggi a San Donato Milanese. Sono state confermate le otto vittime ed emergono i primi dettagli certi sulle loro identità: per il pm di Milano Tiziana Siciliano sarà però difficile recuperare le salme. Recuperata intanto la scatola nera: sarà determinante per capire la dinamica del terribile incidente di oggi.

San Donato Milanese, chi sono le vittime dell’aereo precipitato

Sono otto le vittime del piccolo Pc-12 partito da Linate e precipitato pochi istanti dopo schiantandosi contro una palazzina a San Donato Milanese.

È stata rivelata intanto l’identità del pilota: si tratta del comandante Dan Petrescu, 68enne rumeno con cittadinanza tedesca; immobiliarista, era uno degli uomini più ricchi della Romania secondo quanto riportano numerose fonti. Assieme a lui sul volo precipitato a Milano anche il figlio di 30 anni, Dan Stefen Petrescu, e la moglie 65enne dello stesso pilota.

Tra le altre cinque vittime, una è un bambino: non è stato ancora rivelata la sua parentela né l’età, ma numerose fonti e agenzie riportano che avrebbe pochi anni.

Infine, ci sarebbero due coppie: alcuni report hanno rilanciato l’ipotesi che una di esse potesse essere composta da cittadini italiani, ma la pm aggiunta di Milano Tiziana Siciliano ha confermato ai giornalisti che tutte le vittime dello schianto sarebbero straniere.

Aereo precipitato a Milano, trovata la scatola nera: difficile il recupero delle salme

Lo stesso procuratore ha poi rivelato che è stata trovata la scatola nera dell’aereo che si è schiantato contro una palazzina, fortunatamente non abitata ma in ristrutturazione adibita a parcheggio. Il volo privato “è stato seguito fino a un certo punto, poi è apparsa un’anomalia sulle tracce radar.

L’aereo è poi precipitato. Non risulta un allarme da bordo, ma un’anomalia è stata segnalata dalla torre“. La Procura aprirà un fascicolo e si indagherà per disastro colposo. Difficile invece il recupero dei corpi delle vittime: “L’impatto è stato molto violento e ci sono delle oggettive difficoltà nel recupero delle salme” ha dichiarato la Siciliano.

Sono numerosi i testimoni che hanno visto il volo precipitare a terra a San Donato Milanese: dai loro racconti sembra che il motore fosse in fiamme e che il veivolo sia sceso in picchiata senza poter quindi evitare l’impatto devastante contro il palazzo.

Potrebbe interessarti