Cronaca dal Mondo

Gabby Petito è stata strangolata. Cosa è emerso dall’autopsia dell’influencer trovata morta in un bosco

Gabby Petito è scomparsa lo scorso agosto mentre viaggiava con il fidanzato. Poi i suoi resti sono stati ritrovati in un bosco. Ora, dopo l'esito dell'autopsia, non ci sono più dubbi
Gabby Petito è stata strangolata

Gabby Petito è stata strangolata, è questo l’esito dell’autopsia sul corpo della 23enne ritrovato in un bosco del Wyoming. Gabby Petito era in viaggio attraverso gli Stati Uniti con il fidanzato Brian Laundrie, che risulta scomparso dal settembre scorso. I due stavano viaggiando a bordo di un van bianco per il progetto #vanlife ovvero il tour dell’area Ovest degli Stati Uniti in van.

Poco prima della scomparsa di Petito, avvenuta intorno al 30 di agosto, la coppia è stata fermata dalla polizia dello Stato dello Utah, in quella circostanza le telecamere di servizio hanno ripreso la giovane sconvolta e in lacrime dopo una lite con il fidanzato.

Brian Laundrie al momento risulta irreperibile, di lui si sono perse le tracce pochi giorni prima del ritrovamento dei resti di Gabby Petito, avvenuto lo scorso 19 settembre.

L’esito dell’autopsia sul corpo di Gabby Petito

Gabby Petito è stata strangolata e si tratta di omicidio, è questo l’esito dell’autopsia effettuata dall’istituto di medicina legale della contea di Tenton. Ad eseguirla il patologo Brent Blue che ha specificato durante una conferenza stampa che la giovane 23enne è stata strangolata a mani nude “Da un essere umano”.

Anche i tempi stimati della presunta data della morte sembrerebbero coincidere, secondo il medico legale infatti Gabby Petito sarebbe morta a ridosso dei giorni della scomparsa.

I sospetti della polizia si concentrano sul ruolo del fidanzato di lei, Brian Laundrie, che risulta irreperibile da settimane. I due erano stati fermati per un controllo durante la polizia in Utah; Gabby e Brian erano stati visti litigare furiosamente in una stazione di servizio e alcuni automobilisti avevano allertato le autorità.

Le ultime immagini di Gabby Petito mostrano la giovane in lacrime e con sulle braccia dei lividi; gli agenti di polizia hanno separato la coppia per una notte, dopodiché i due hanno ripreso il loro viaggio.

La scomparsa di Gabby Petito

La denuncia di scomparsa di Gabby Petito è stata formalizzata lo scorso 11 settembre, ma della 23enne si erano perse le tracce già da quasi due settimane. Nei giorni tra il 23 e il 24 agosto, Gabby Petito ha telefonato per l’ultima volta alla madre, Nicole Schmidt. Il 25 agosto ha postato per l’ultima volta una foto su Instagram, il 30 agosto un messaggio di Gabby sempre alla madre: “Non c’è campo a Yosemite“.

Poi la scomparsa, identificata al 31 di agosto

Il corpo di Gabby Petito è stato ritrovato in una foresta della contea di Tenton in Wyoming. il ritrovamento è avvenuto lo scorso 19 settembre; se inizialmente l’FBI aveva mantenuto il riserbo sull’identità nella prima serata hanno confermato che si trattava di Gabby Petito.

Potrebbe interessarti