Programmi TV

Bianca Atzei e il dolore per l’aborto spontaneo: il dramma della cantante raccontato a Verissimo

Bianca Atzei ha raccontato a Verissimo il dolore per la perdita del bambino, dolore che ha travolto anche il compagno Stefano Corti. L'attrice rivive la sua sofferenza in un'intima chiacchierata con Silvia Toffanin
bianca-atzei-racconto-aborto-verissimo

A Verissimo Bianca Atzei rivive il dramma dell’aborto spontaneo cui ha dovuto far fronte poche settimane fa. La cantante ne aveva parlato a cuore aperto sui social e oggi pomeriggio, nel salotto di Silvia Toffanin, spiega come abbia dovuto affrontare questo dolore. “Immediatamente ti senti in colpa” ha ammesso alla conduttrice ripercorrendo le sue prime sensazioni dopo la tragedia.

Bianca Atzei e il dramma dell’aborto spontaneo: il racconto a Verissimo

Bianca Atzei poche settimane fa ha rivelato sul proprio profilo Instagram di aver perso un bambino.

Una ferita ancora vivida per la cantante e per il compagno Stefano Corti, che hanno visto così andare in fumo il loro desiderio di accogliere il primo frutto del loro amore. Il dolore per la gravidanza interrotta ha travolto la cantante che, ospite quest’oggi a Verissimo, racconta a cuore aperto questo sogno spezzato.

Era l’ultima ecografia per uscire dai mesi di rischio – racconta Bianca Atzei – eravamo lì lì per dire di questa cosa meravigliosa che si è trasformata inizialmente in tragedia. Cambia tutto e immediatamente ti senti in colpa di un qualcosa per cui in realtà non hai colpe.

Fai fatica ad essere lucida e capire. In realtà poi ti rendi conto di non aver nessuna colpa“.

Bianca Atzei e il supporto del compagno Stefano

Bianca Atzei ha trovato la forza di condividere il suo dolore con numerose altre donne, nella sua stessa situazione: “Mi sono sentita di raccontarlo perché avevo bisogno di sfogarmi e levare questo dolore e questa rabbia che avevo dentro e mi sono resa conto che non sono sola. Ci sono tantissime donne che vivono questa sofferenza e si sentono tutte in colpa, come mi sono sentita io inizialmente.

E leggendo i loro messaggi, mi hanno dato tanta forza. Vorrei dare a loro coraggio come loro l’hanno dato a me, perché la speranza è molto più forte della tristezza che si vive“.

Prezioso è stato anche il supporto del compagno Stefano: “Stefano è una persona molto forte e mi è stato vicino, ma è anche una persona che si tiene tutto dentro. Io inizialmente facevo fatica a dargli forza e mi dispiace, perché avrei voluto anche io fargli sentire la mia presenza e la mia forza“.

Potrebbe interessarti