Economia e Lavoro

Aumento bonus in busta paga, taglio Irpef e Irap: nella riforma fiscale 2022 una possibile riduzione delle tasse

Sono diverse le ipotesi in campo per il 2022, ma l'obiettivo comune sembra essere la riduzione dell'impatto sulle fasce medie di reddito. Cosa potrebbe cambiare
riforma fiscale ipotesi bonus busta paga e taglio irpef

La Legge di Bilancio ha stanziato fondi per la prima fase della riforma fiscale. Uno degli obiettivi del Governo sarebbe il taglio delle imposte, soprattutto per la popolazione con un reddito medio. Ecco cosa prevede il pacchetto e quali potrebbero essere le prossime manovre.

Riforma fiscale, l’ipotesi di rimodulazione aliquote Irpef

I fondi messi a disposizione dalla Legge di Bilancio ammontano a 8mila€ e la maggior parte potrebbe essere impiegata per rimodulare le aliquote Irpef.

L’imposta sul reddito delle persone fisiche è infatti progressiva e aumenta con il reddito, così il Governo sarebbe intenzionato a ridurne l’impatto sulle fasce di reddito medio. In particolare, la rimodulazione potrebbe riguardare i contribuenti che guadagnano dai 28mila€ ai 55mila € all’anno, che al momento sono soggetti a un’aliquota Irpef del 38%. Secondo i dati del 2019 del Ministero dell’Economia, questa rimodulazione dovrebbe riguardare il 21,2% dei contribuenti italiani.

Le modalità del taglio dell’aliquota Irpef sono ancora da definire. Le decisioni, infatti, saranno inserite come emendamento alla manovra solo al termine dell’esame in Parlamento.

L’obiettivo sembra essere quello di ridurre la distanza tra il terzo scaglione, tassato al 38%, e il secondo, la cui aliquota ammonta invece al 27%. Il passaggio da uno scaglione a quello successivo si applica infatti sul reddito aggiuntivo e non su tutto il reddito dichiarato.

Riforma fiscale, il bonus in busta paga e l’Irap: cosa potrebbe cambiare

In fase di discussione c’è anche una revisione organica del sistema delle detrazioni per redditi da lavoro dipendente e del trattamento integrativo. Si tratta del bonus di 100€ in busta paga che, nell’ottica di una semplificazione del sistema fiscale, potrebbe essere inglobato nel sistema delle aliquote attuali.

L’alternativa potrebbe consistere nel mantenere la formula del bonus e aumentare la cifra fino a 120€.

La riforma del sistema fiscale potrebbe riguardare anche l’Irap, l’imposta regionale sulle attività produttive, intervenendo anche in questo caso sulle aliquote. Le parti politiche stanno ancora discutendo sull’entità dei fondi da destinare al taglio dell’Irpef e dell’Irap, e per quest’ultimo sarebbe necessario un confronto con i sindacati e i datori di lavoro.

Potrebbe interessarti