TV e Spettacolo

Monica Vitti compie 90 anni. Come sta e dov’è adesso: la misteriosa malattia e l’ultima apparizione 19 anni fa

Da 19 anni Monica Vitti non fa apparizioni pubbliche, l'attrice è affetta da una malattia degenerativa simile all'Alzheimer. A prendersi cura di lei c'è il marito Roberto Russo
Monica Vitti compie 90 anni

Monica Vitti compie 90 anni, un’attrice senza tempo che nonostante il ritiro dalle scene circa 20 anni fa continua ancora a raccogliere grande affetto da parte del pubblico. Monica Vitti è un’icona di stile senza tempo, ancora oggi tra i massimi esponenti degli anni d’oro del cinema italiano insieme al regista Michelangelo Antonioni e Alberto Sordi.

Da anni Monica Vitti non appare in pubblico e su dove si trovi e sulle sue condizioni di salute è mistero. A causa di un susseguirsi di voci nel 2016 è intervenuto il marito per fare chiarezza.

I 90 anni di Monica Vitti

Nata a Roma il 3 novembre 1931, il suo nome è Maria Luisa Ceciarelli.

Papà romano e mamma bolognese, il primo soprannome le è stato dato negli anni vissuti a Messina, “Setti Vistìni- Sette sottane“, in quanto molto freddolosa tendeva ad indossare più vestiti uno sull’altro. Questo è stato anche il titolo del suo primo libro nel quale ha raccontato la sua vita e pubblicato nel 1993.

L’amore per il teatro tra Shakespeare e Molière e il nome Monica Vitti

Monica Vitti scopre il teatro giovanissima, negli anni della guerra, iniziando a recitare su opere massime di autori come Shakespeare e Molière.

È stato proprio in quegli anni che il suo maestro, Sergio Tofano, l’ha invitata ad adottare un nome e un cognome più artistico.

A quel punto la giovane Maria Luisa Ceciarelli ha deciso di omaggiare la mamma scegliendo parte del suo cognome, trasformando Vittiglia in Vitti, al quale ha associato il nome Monica. Da allora ha iniziato a recitare con questo pseudonimo debuttando come Ofelia in Amleto di Riccardo Bacchelli al Teatro Olimpico di Vicenza e in Bella di Cesare Meano al Teatro del Convegno di Milano, diretta da Enzo Ferrieri.

Monica Vitti arriva al cinema e diventa un’icona

È stato Michelangelo Antonioni a notare Monica Vitti in alcuni film secondari e a lanciare la sua carriera di attrice nella sua tetralogia: L’avventura, La notte, L’eclisse e Deserto Rosso. Claudia, Valentina, Vittoria e Giuliana… volti di donne diverse alle quali l’attrice ha dato vita con la sua bravura. Il suo lato comico è stato invece portato alla luce dal lavoro di un altro grande regista del cinema italiano, Mario Monicelli, che ha diretto Monica Vitti in La ragazza con la pistola.

I misteri di Monica Vitti, dalle voci del suicidio a quelle del ricovero in clinica

Monica Vitti è stata da sempre una persona estremamente riservata in merito alla sua vita privata, nonostante si conoscano le sue più grandi storie d’amore, a partire dal regista Michelangelo Antonioni, poi con il direttore alla fotografia Carlo di Palma e infine con il fotografo e regista Roberto Russo che ha sposato nel 2000 dopo 27anni di fidanzamento e con il quale è ancora sposata.

Su Monica Vitti sono circolate negli anni diverse voci su presunte morti o ricoveri in clinica. La più clamorosa risale al 1988 quando il quotidiano francese Le Monde ha pubblicato un articolo in prima pagina con la notizia della sua morte “Avvenuta per suicidio da barbiturici“.

La stessa Monica Vitti aveva smentito la notizia in modo ironico ringraziando chi aveva riportato la notizia per averle allungato la vita. Dopo il ritiro dalle scene nel 2000, Monica Vitti è ancora apparsa in pubblico in alcuni eventi come l’80esimo compleanno di Alberto Sordi, il giubileo e un evento al Quirinale, si è poi ritirata a vita privata a causa di problemi di salute che hanno dato il via ad un susseguirsi di voci su un ricovero in una clinica in Svizzera, categoricamente smentito dal marito Roberto Russo.

Come sta Monica Vitti oggi

Monica Vitti sarebbe affetta da una malattia degenerativa simile all’Alzheimer ma non è mai stata ricoverata in clinica. Le uniche informazioni certe sulle sue condizioni di salute le ha rese note il marito, Roberto Russo, nel 2016 a Cinecittà News: “Più volte è apparsa in rete la notizia secondo cui mia moglie Monica sarebbe da tempo ricoverata in una clinica svizzera specializzata. Non capisco come sia nata e quale sia la fonte di questa fake news. Desidero smentire questa voce che circola con insistenza  rompendo per un attimo quella riservatezza da me tenuta in questi anni. Monica vive a Roma da sempre a casa nostra ed è assistita assiduamente da me, con l’aiuto di una badante. Spero di avere chiarito l’equivoco“.

Da 19 anni, ovvero da quel marzo del 2002 quando ha partecipato alla prima teatrale italiana di Notre-Dame de Paris a Roma, Monica Vitti non è più apparsa sulle scene ma ancora oggi è considerata “La Divina“, un’attrice senza tempo amatissima e icona vivente di quegli anni d’oro del cinema che hanno fatto sognare l’Italia.

Potrebbe interessarti