Politica

Ddl Concorrenza oggi in Cdm: la riforma che va dal catasto delle spiagge ai servizi locali

Oggi il Cdm per decidere mentre ieri il Governo ha deciso di mettere da parte tutti i temi su cui era difficile trovare un accordo e che vengono rimandati a un secondo momento.
Mario Draghi

Oggi il Consiglio dei ministri sarà occupato con il Ddl concorrenza, Il disegno di legge riguarda la tutela della concorrenza per promuoverne lo sviluppo, eliminare quelli che vengono ritenuti ostacoli normativi e garantire la tutela dei consumatori. Al riguardo Ansa assicura che non ci saranno liberalizzazioni delle spiagge o per gli ambulanti.

Ddl Concorrenza: le scelte di Mario Draghi

Il presidente del consiglio Mario Draghi condividerà in cabina di regia il testo che al momento vede 34 articoli.

Il testo è considerato fondamentale perché contiene riforme chiave per accedere ai fondi del Pnrr.

Cosa prevede tra farmaci e compagnie telefoniche

Alcune misure sui farmaci sono comprese in questo ddl per migliorarne la distribuzione e accelerare l’immissione in commercio, ma comprende anche misure per per le nomine di dirigenti medici, rivedendo i poteri dei direttori generali.

Novità anche per le compagnie telefoniche che devono ottenere la prova del previo consenso del cliente prima di addebitare costi di servizi in abbonamento offerti da terzi, spiega Ansa.

E anche il divieto di attivare senza il consenso espresso e documentato dell’utente in abbonamento da parte degli stessi operatori o di terzi.

Concessioni balneari

Di certo c’è che resta escluso dal Ddl la questione degli stabilimenti balneari e delle spiagge, non ci saranno gare quindi almeno per il momento. L’unico cosa ottenuta è la mappatura delle concessioni mentre il governo mette da parte le controversie e le questioni più spinose rimandate quindi ad un secondo momento quando bisognerà trovare una soluzione.

Si parlerà ancora dell’installazione delle colonnine di ricarica, banda larga, obbligo di risarcimento diretto anche per le compagnie assicurative con sede all’estero.

In ballo anche alcune semplificazioni per la gestione dei rifiuti. Tanta carne al fuoco mentre resta da chiudere la legge di Bilancio, i cui tempi sembrano prolungarsi fino alla prossima settimana, tra decisioni da prendere sul Reddito di cittadinanza e il tema caldo delle pensioni.

Potrebbe interessarti