Gossip

Cugini di Campagna, è pace fatta con i Måneskin: “Sono nipotini, non siamo arrabbiati anche se ci copiano”

I Cugini di Campagna hanno fatto chiarezza sul loro post relativo all'outfit sfoggiato dai Måneskin al concerto dei Rolling Stones a Las Vegas, ed è anche arrivata una "Proposta"
cugini di campagna parlano dei maneskin

È finita la querelle tra i Cugini di Campagna e i Måneskin, la band romana aveva fortemente criticato sui social il look sfoggiato dai più giovani romani per lesibizione a Las Vegas in apertura del concerto dei Rolling Stones. Sul commento è scoppiato il caso social e ora i Cugini di Campagna hanno fatto chiarezza sul loro post, parlando anche della loro avventura negli States l’anno dopo gli attentati dell’11 settembre 2001.

I Cugini di Campagna: è finita la querelle con i Måneskin

Ospiti della puntata di oggi a Trends & Celebrities in onda su RTL 102.5 News con me e Simone Palmieri, i Cugini di Campagna hanno fatto chiarezza su quanto scritto sui Måneskin: “Non siamo affatto arrabbiati con loro, anzi.

Siamo felici che abbiamo ripreso il nostro modo di vestire. Però palesemente ci hanno copiati. Per noi loro dei nipotini“.

Si tratta dell’outfit a stelle e strisce sfoggiato per l’esibizione di mezz’ora prevista per l’apertura del concerto dei Rolling Stones a Las Vegas: “Sicuramente i produttori o i designer dei Måneskin ci hanno copiato. Ma siamo stati molto felici perché tornavamo da un concerto e abbiamo ricevuto migliaia di messaggi, tutti ci dicevano che i Måneskin erano vestiti come noi”.

Nessuna polemica con i Måneskin

Non c’era quindi nessun tono polemico nel post sui Måneskin, come loro stesso hanno precisato: “Amiamo questo gruppo, finalmente un gruppo italiano all’estero sta avendo tantissimo successo e questo può soltanto farci piacere. Avevamo anche noi i pantaloni a strisce e il giubbotto a stelle“, puntualizza Ivano Michetti. “Sono nipotini, figliocci per noi. La cosa bella è che hanno iniziato per strada, in via del corso, noi invece abbiamo iniziato in campagna.

Sono romani, la cosa bella è proprio il loro accento”.

La stima nei confronti dei vincitori dell’Eurovision

Durante la diretta è arrivata la proposta ai Måneskin, uno scambio di outfit reciproco al quale Michetti ha risposto così: “Sono troppo magri rispetto a noi, i nostri pantaloni e giubbotti sarebbero troppo larghi”.

I Cugini di Campagna però hanno messo in chiaro di avere grande rispetto per i giovani artisti: “Ci sono arrivati elogi e parole d’amicizia da parte dei nostri fan, stiamo parlando solo dei vestiti: non commentiamo la loro musica. Per noi sono bravissimi”.

Pare anche che i Måneskin avrebbero proposto ai Cugini di fare una cover di Zitti e Buoni, chissà che la band romana invece non pensi ad una cover di Anima Mia.

Il viaggio negli Stati Uniti dei Cugini di Campagna

Ivano Michetti ha poi raccontato dell’esperienza americana dei Cugini di Campagna: “L’anno dopo l’attacco alle torri gemelle noi eravamo in  tour in America: Filadelfia, Boston, New York ed indossavamo quegli abiti che poi hanno scelto i Måneskin in occasione del concerto dei Rolling Stones. Dalle foto potete notare che sono uguali a noi”.

Potrebbe interessarti