Cronaca Italia

Virus sinciziale, morti due bimbi di 5 e 11 mesi. Il dramma dell’infezione che colpisce i più piccoli

Il virus sinciziale colpisce i neonati e i bimbi nei primi mesi della loro vita. Causa bronchioliti e polmoniti e ormai da settimane molti bimbi sono ricoverati in pediatria
due bimbi morti per colpa del virus sinciziale

Il virus sinciziale continua ad affliggere i neonati e i bimbi di pochi mesi, a distanza di poche settimane da quando è stata annunciata la diffusione sarebbero già i bimbi che hanno perso la vita: uno di 5 mesi e un altro di 11. Il virus sinciziale è un virus respiratorio che provoca bronchioliti e polmoniti e può causare il ricovero in terapia intensiva. Nelle scorse settimane era stata colpita dal virus anche Vittoria Lucia Ferragni, figlia di Chiara Ferragni e Fedez, e anche per lei era scattato il ricovero in ospedale per qualche giorno.

Quella del virus sinciziale è una vera e propria epidemia abbastanza diffusa in Italia, quest’anno ha ripreso a circolare con vigore a causa della diminuzione delle restrizioni anti-covid.

Gli esperti hanno invitato i genitori all’allerta e al mantenimento delle misure di prevenzione e igiene già adottate a causa della pandemia.

Bimbo di 5 mesi muore virus sinciziale nel napoletano

Si chiamava Giuseppe il bimbo morto di virus sinciziale a Castellammare di Stabia, Napoli, era arrivato in ospedale da qualche giorno e, nonostante i medici del reparto di pediatria dell’ospedale San Leonardo abbiano tentato di tutto, compreso un trasferimento d’emergenza per l’ospedale Santobono di Napoli, il bimbo non ce l’ha fatta.

Il bambino era stato ricoverato il 6 novembre scorso, il trasferimento sarebbe dovuto avvenire questa mattina. Come reso noto dalla Direzione Sanitaria, riferisce Ansa, “Il piccolo paziente era giunto il 6 novembre scorso con una grave dispnea e gravi problemi respiratori. La malattia ha avuto una evoluzione rapida negativa e si stava preparando il suo trasferimento all’ospedale Santobono, con un’anestesista come accompagnatore.

È stato intubato, ma non ha retto alla manovra di intubazione. È morto subito dopo“.

Sul caso della morte del piccolo Giuseppe è stata aperta un’inchiesta, come riferisce sempre Ansa: “La cartella clinica è stata sequestrata, e anche il corpicino del bimbo sarà sottoposto domani mattina ad autopsia, per dare seguito a un’indagine aperta su quanto accaduto“.

Sul caso indagano i carabinieri.

Un altro bimbo stroncato dal virus sinciziale a La Spezia

A rendere nota la morte del bambino a causa del virus sinciziale a La Spezia è stata la Asl5 con un comunicato. Il piccolo aveva 11 mesi, è morto all’ospedale Sant’Andrea per arresto cardiocircolatorio dovuto, secondo una prima ipotesi, un’insufficienza respiratoria acuta sostenuta da un’infezione da virus respiratorio sinciziale.

I genitori si sono presentati in ospedale con il piccolo che era affetto da una tosse insistente, ricoverato, il piccolo è poi andato incontro alla crisi respiratoria che non gli ha lasciato scampo. Gli operatori sanitari, riferisce Il Tirreno, ha tentato di rianimare il bambino per un’ora e mezzo. Come accaduto per il bimbo morto a Castellammare di Stabia, anche in questo caso il medico rianimatore aveva predisposto un trasferimento urgente presso l’ospedale Gaslini di Genova.

Potrebbe interessarti