Cronaca Nera

Strage di Sassuolo, scampato al massacro il bisnonno dei bimbi di 5 e 2 anni uccisi con la madre e la nonna

Oltre alla figlia di Elisa Mulas, la donna uccisa insieme ai suoi bimbi di 5 e 2 anni e alla madre, un'altra persona è scampata al massacro nell'appartamento di Sassuolo in cui vivevano
omicidio sassuolo

Elisa Mulas è morta a 43 anni insieme ai suoi bimbi, di 5 e 2 anni, e alla madre nella casa di quest’ultima a Sassuolo. Brutalmente uccisi, secondo quanto ricostruito, dal marito Nabil Dhahri che si sarebbe suicidato dopo il massacro. Una strage intorno a cui ora gravitano le indagini e, tassello dopo tassello, un bacino di elementi a comporre un quadro atroce e sconvolgente. Le ultime informazioni trapelate dopo la carneficina indicano che anche un’altra persona, oltre alla figlia della 43enne salvatasi dall’orrore perché a scuola, sarebbe scampata alla morte: il bisnonno dei piccoli, che si sarebbe trovato in quell’abitazione al momento del quadruplice omicidio.

Strage di Sassuolo, scampato al massacro il bisnonno dei bimbi di 5 e 2 anni uccisi

L’uomo che si trovava nella casa teatro della strage a Sassuolo, nel pomeriggio di ieri, sarebbe il nonno di Elisa Mulas, la donna uccisa insieme ai figli di 5 e 2 anni e alla madre. 97 anni, è l’unico sopravvissuto tra le persone che erano presenti nell’abitazione quando, secondo la ricostruzione, si sarebbe scatenata la furia omicida del marito della43enne, Nabil Dhahri, 38enne di origine tunisina da tempo in Italia.

Oltre all’anziano, anche un’altra figlia di Elisa Mulas, 12 anni, si è salvata in quanto assente al momento dei fatti perché a scuola. Il bisnonno dei bimbi, riporta Il Resto del Carlino, si trovava a letto durante la mattanza.

Strage di Sassuolo, le indagini sul massacro

Le indagini sul massacro di Sassuolo proseguono senza sosta.

A fare la terribile scoperta, trovando i corpi senza vita dei suoi parenti massacrati nell’abitazione di via Manin, sarebbe stato il fratello della 43enne.

L’uomo, ricevuto l’allarme dalla scuola frequentata dalla nipote 12enne – nessuno si era presentato a prenderla dopo le lezioni -, si sarebbe precipitato a casa della madre per capire il motivo di quel silenzio. Al suo arrivo avrebbe trovato una pattuglia ad attenderlo e, aperta la porta con le chiavi di cui sarebbe stato in possesso, vi avrebbe trovato i cadaveri della sorella, della loro mamma e dei nipotini.

Potrebbe interessarti